Cerca

Giappone, nuovo sisma. In mare acqua radioattiva

Scossa avvertita a Tokyo, magnitudo 6.3. Tepco: "520 tonnellate di liquido nell'Oceano". Tracce di iodio nel latte materno.

Giappone, nuovo sisma. In mare acqua radioattiva
Dall’inizio di aprile, circa 520 tonnellate di acqua radiottiva proveniente da Fukushima sono state riversate nell'Oceano Pacifico. A darne notizia è la Tepco, società che gestisce l’impianto. si tratta di una quantità,  superiore 20 milavolte a quella consentita in un anno. Intanto, una nuova scossa di terremoto è stata avvertita a Tokyo. Il sisma si è verificato alle 22.37  - ora locale - con una magnitudo di 6.3 della scala Richter e ha l' epicentro a 70 chilometri di profondità al largo delle coste nella baia di Chipa.

IL CASO -
Tracce di radioattività sono state riscontrate nel latte di quattro donne giapponesi: ad evidenziarlo, l'istituto privato di un'organizzazione non governativa. Tokyo ha così deciso di effettuare esami in via precauzionale sul latte di alcune donne, in modo da accertare che non contengano tracce di iodio. Lo ha annunciato il portavoce del governo, Yukio Edano, che ha però sottolineato come la situazione non debba destare allarmismi. L'Ong ha tuttavia osservato che la radioattività accertata è comunque inferiore a quella massima consentita nell’acqua per i bambini (100 becquerel per chilogrammo). Il livello più alto (36,3 becquerel/kg) è stato rilevato nel latte materno raccolto a fine marzo da una donna che vive nella città di Kashiwa, nella prefettura di Chiba, a circa 200 chilometri dalla centrale nucleare danneggiata.

FUKUSHIMA OFF LIMITS - Il premier giapponese Naoto Kan ha annunciato l’entrata in vigore del divieto di accesso alla zona intorno alla centrale di Fukushima, dichiarata off-limits per l’alto livello di radiazioni fuoriuscite dall’impianto. "Il divieto entrerà in vigore venerdì", ha spiegato il premier durante l'incontro con il governatore Yuhei Sato nell’ufficio della prefettura di Fukushima. Il portavoce governativo Yukio Edano ha spiegato che solo una persona a famiglia sarà autorizzata a rientrare nella zona per una durata di tempo non superiore alle due ore. Dovrà indossare una speciale tuta e portare con sé apparecchiature per la misurazione del  livello di radiazioni. L'operazione inizierà tra pochi giorni e verrà completata nel giro di due mesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vgrossi

    23 Aprile 2011 - 13:01

    con il sushi di Pasqua ? Qui, ovviamente, ci sarà una baraonda incredibile, 3 generazioni insieme, ma ho un eccellente tavolo vittoriano allllungabile ed una moglie che non ama cucinare, ma quando ci si mette ... chapeau ! Penso che Fukushima presto sparirà dai giornali, adesso la gente qui è pronta a scannarsi per l' acqua potabile e le municipalizzate. La mia opinione iniziale resta quella: i pasticci di Fukushima hanno dimostrato in modo chiaro che il nucleare è di una solidità incredibile, più di quanto supponessi, e, del resto, mi sembra che le centrali, pur disastrate, siano comunque il sito con maggior densità di vita umana nella zona di Fukushima. Certo che rendere di nuovo abitabile una regione colpita da uno tsunami di quella portata è veramente un compito immane. Auguroni ancora !

    Report

    Rispondi

  • kumachan

    23 Aprile 2011 - 13:01

    --Servizi segreti: l`ultimo esempio e` la Libia, che per quelli italiani sarebbe stato difficile buttar giu` geddafi, mentre per francesi, inglesi ed americani sarebbero bastati 5 giorni. Chissa` cosa pensa oggi Sarkozy. --Comunicazioni tepco/governo: hanno iniziato a far evacuare le persone PRIMA delle esplosioni di idrogeno e si sono tenuti sotto i vincoli giapponesi che sono piu` bassi del resto del mondo. Dicevano i dati veri (io non li presi per buoni finche` non si sono dimostrati uguali o peggiori di quelli misurati da altre nazioni) e molti commenti erano "se ci dicono questo vuol dire che e` molto peggio". Ed hanno fatto anche ingenuita` pazzesche come quel "100k volte" che era acqua prelevata dal buco nel muro e nel mondo e` diventato "un campione in mare aperto". --Infine, cosa ricordatami dai parenti perche` in Giappone di fatto non esiste: BUONA PASQUA A TE, ALLA FAMIGLIA, ED A TUTTI QUELLI CHE PASSANO PER QUESTO SITO.

    Report

    Rispondi

  • vgrossi

    23 Aprile 2011 - 11:11

    hai ragione, sotto le reciproche battute à la Ionesco c'è sempre una verità, del resto la realtà, a parere mio, finisce sempre col superare la fantasia. La realtà è semplice, lineare, ed il caso ha un grosso peso, molto più dei piani complessi eswcogitati anche da gente che ufficialmente dovrebbe essere se non seria, almeno competente. Io ricordo i documenti NATO sulla terribile avanzata dei blindati nella Stretta di Fulda, un balletto di BMP al cui confronto la Fracci si sarebbe ritirata umiliata, le scemenze dei vari servizi, dalla Stasi alla CIA che hanno saputo fare di tutto, fuorchè il loro mestiere, capire cosa sarebbe successo.Io so per esperienza che la prima riga che tracci in un progetto non si cancella mai, si storce, ma resta sempre lì. A Fukushima, a parere mio, il problema è stato il senso di colpa, della Tepco verso il Governo e del Governo verso il popolo, cosa credo molto giapponese, ma che ha stravolto i toni delle comunicazione prima ancora del contenuto.Buon w.e.

    Report

    Rispondi

  • kumachan

    23 Aprile 2011 - 10:10

    Come gia` detto poteva anche aumentare un po` e nelle ultime 24h abbiamo avuto (alla centrale) I-131 da 1.2 a 2.1, Cs-134 (valori peggiori, emivita 2 anni) da 3.2 a 3.3, Cs-137 (valori peggiori, emivita 30 anni) da 2.2 a 2.1. Ma ovviamente a 10 e 16Km le cose sono migliorate. 10Km I-131 da 4.8 a 2.2, Cs-134 da 5.3 a 3, Cs-137 da 3.8 a 2. 16Km I-131 da 3.3 a 2, Cs-134 da 3.7 a 3, Cs-137 da 2.7 a 2.2. Pochi chilometri a nord o sud valori sotto al minimo legale. Prelievi piu` in profondita` nelle stesse posizioni (compresa quella coi valori piu` alti): sostanzialmente sotto la soglia di rilevazione. Nota: presto Areva iniziera` la costruzione dell`impianto di decontaminazione dell`acqua DENTRO la centrale. Vgrossi, la cosa piu` comica delle nostre battute e` che e` tutto vero! A proposito devo correggermi poiche` ero andato a memoria: la NIMA ora si chiama NGA.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog