Cerca

E la Cia avverte: "L'Islam vuole subito vendetta"

L'analista: "Osama protetto dal Pakistan". Sale allarme attentati anche in tutta Europa. Massima allerta a Kabul e negli Stati Uniti

E la Cia avverte: "L'Islam vuole subito vendetta"
Morto Bin Laden, il timore è ora quello di rappresaglie del terrorismo islamico internazionale. I talebani pakistani hanno subito minacciato "vendetta". Secondo quanto riferisce la tv araba al-Jazeera, i talebani pakistani hanno intenzione di colpire "obiettivi americani e del governo di Islamabad". Il direttore della Cia, Leon Panetta, ha spiegato che al Qaeda cercherà "quasi certamente" di vendicare la morte del terrorista. "Bin Laden è morto, ma al Qaeda no. Dobbiamo restare determinati e vigili", ha aggiutno Panetta, spiegando che le forze di sicurezza e l'intelligence americane hanno per questo deciso di rafforzare i controlli per prevenire azioni terroristiche.

ALLARME IN EUROPA
- L'uccisione di Bin Laden "potrebbe ispirare azioni individuali per vendicare" la sua morte, "più che organizzazioni terroristiche che sanno di essere controllate". Questo l'avvertimento lanciato da Gilles de Kerchove, coordinatore dell'antiterrorismod dell'Unione Europea, che ha sottolineato la necessità di "restare vigili e di rafforzare la sicurezza" per prevenire simili azioni. "I pachistani e gli americani sono naturalmente il  primo obiettivo", ma nel mirino "ci siamo tutti noi", ha continuato de   Kerchove in un incontro con i giornalisti a Bruxelles, ai quali ha   detto di "non essere sorpreso" per il fatto che Osama bin Laden si   nascondesse in Pakistan. Il coordinatore dell’antiterrorismo Ue ha poi osservato che la morte di Osama "indebolirà ulteriormente il nucleo" di Al Qaeda. Ma non è finita - ha proseguito -, dobbiamo continuare i nostri sforzi", ha ammonito de Kerchove, ricordando che l’organizzazione era dietro il piano terroristico sventato la settimana scorsa in Germania e che "i gruppi affiliati restano attivi", come dimostrato dall’attentato del 28 aprile in Marocco.

ALLERTA IN AFGHANISTAN - A Kabul, capitale dell'Afghanistan, è stato elevato lo stato d'allerta da parte della sicurezza locale che ha notevolmente aumentato i controlli e il dispiegamento delle sue forze in città. Le autorità afghane temono che i talebani locali possano condurre un attacco per vendetta da un momento all'altro contro la capitale, e per questo è in corso in questi minuti una riunione d'emergenza del governo afghano per decidere quali provvedimenti prendere in questo senso. Anche il governo americano ha messo in stato di allerta tutte le sue ambasciate e rappresentanze diplomatiche. In un comunicato del Dipartimento di Stato si esortano inoltre i cittadini americani soprattutto in quelle zone del mondo dove vi sono maggiori tensioni, a evitare i luoghi in cui vi sono affollamenti di gente e manifestazioni per "l'imprevedibilità ed insicurezza dell'attuale situazione".

RAPPORTI USA - PAKISTAN - "Per un certo periodo ci saranno forti tensioni tra Washington e il Pakistan, visto che è emerso che Osama Bin Laden viveva a breve distanza da Islamabad". E' il commento dell'analista Imtiaz Gul sull'uccisione del leader di al Qaeda. Secondo l'esperto di sicurezza, citato dal sito del quotidiano Dawn, l'Isi, i potenti servizi di sicurezza pakistani, sapevano della presenza di Bin Laden nel Paese e qualcuno ha segretamente passato l'informazione agli Usa. "Islamabad ora dovrà fare un grande sforzo di damage control, dopo che è emerso che Bin Laden era in Pakistan - ha proseguito il noto commentatore, autore di numerosi libri - È una grave caduta di credibilità per il Pakistan".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tigrin della sassetta

    03 Maggio 2011 - 19:07

    non rispondo a forme di vita inferiori che tali si berciano fin dal nick: prima impara ad essere un uomo. Anima cattiva

    Report

    Rispondi

  • testin della cazzetta

    03 Maggio 2011 - 11:11

    La sentite la paura? Quella sensazione di gelido tremore quando incrociate un "maoemettano" (mio dio che ignoranza) con il giubbotto un pò abbondante? Beh, non basta, cari ultrasessantenni. Ne dovete provare di più...e costantemente. Camionette di militari con i mitra a tutti gli angoli delle strade, telecamere ovunque, Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza. Corpo forestale, Pizzardoni e guardie giurate...tutti questi stranieri che puzzano e stuprano le nostre donne. Ci morirete di paura. Tu, naziskin della pulotta, anziano, livoroso ex insegnante di liceo in pensione, spiegaci il perchè della tua paura. Spiega perchè sei un razzista. Perchè tu lo sei un razzista. Tu non vuoi i "maomettani", a prescindere dal fatto che abbiano o meno il permesso di soggiorno. Tu non vuoi quelli che non sono Gesùcristiani? Tu non vuoi i negri? Rispondi, se proprio non ti vergogni, con delle argomentazioni...niente sproloqui stile "Brancaleone da Norcia". Anima, in fondo, buona.

    Report

    Rispondi

  • vin43

    03 Maggio 2011 - 10:10

    Ora come ora è necessario alzare il livello di guardia. Occorre la massima attenzione da parte dei nostri servizi segreti. Non sarò io a dire come fare, ma credo che occorra essere in contatto con tutta l’Europa poiché esiste un coordinatore dell'antiterrorismod nella persona di Gilles de Kerchove. Speriamo che non nasca - come sempre da noi - un conflitto di competenze. Tutti dovrebbero nel miglior modo operare per rassicurare i cittadini. So con certezza che a Londra e in Germania sono stati evitati degli attentati per il preventivo intervento delle intelligence nazionali. Appunto, speriamo bene.

    Report

    Rispondi

  • seven bix

    03 Maggio 2011 - 01:01

    Un bel colpo per Mr. Obama che dà una bella spinta alla sua campagna elettorale, dopo che proprio ieri avea sbugiardato e ridicolizzato Mr. Trumph sulla questione del certificato di nascita! Tuttavia a me suscita molte perplessità come è stata condotta l'azione! Perchè non lo si è catturato vivo? Qualcuno dice che ha reagito, ma è piuttosto evidente che i Seals avrebbero potuto catturarlo usando granate con gas paralizzante, munizionamento non letale ecc...! Perchè il corpo è stato sepolto in mare? Forse per evitare qualche riesumazione e verificare che quell'uomo sia davvero Bin Laden? Perchè non abbiamo immagini reali del corpo? Una è stata diffusa ed è pure falsa! Perchè tutti si sono affrettati a cancellare ogni traccia di questa morte? Troppi perchè senza una chiara risposta! E i gruppi fondamentalisti della jihad islamica come han potuto dichiararne la morte certa se non han avuto accesso nè ad immagini nè al corpo dello Sceicco del Terrore? Qui qualcosa non mi quadra per niente!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog