Cerca

Lo sceicco del terrore ai figli: "Mai in al Qaeda"

Quotidiano Kuwait svela testamento di Bin Laden. Nel 2001 scrisse: "Morirò per tradimento di un mio uomo"

Lo sceicco del terrore ai figli: "Mai in al Qaeda"
Che Bin Laden avesse architettato l'attacco alle Torri gemelle con diabolica lucidità, prevedento ogni mossa e reazione nei minimi particolari,  lo si era capito. Ma che in questo disegno avesse addirittura incluso il modo in cui sarebbe morto, non ce lo si apettava. A quanto pare, il numero uno di al Qaeda aveva profetizzato anche la sua uccisione già nel dicembre 2001, immaginando che sarebbe avvenuta per il tradimento di uno dei suoi uomini (cosa che, in effetti, sembra essere accaduta). E lo avrebbe scritto nel suo testamento, in cui tra l'altro ammonisce i figli: "Non lavorate per al Qaeda". 

IL TESTAMENTO -
Il terrorista avrebbe messo nero su bianco la sua previsione nel "testamento", un documento di quattro pagine battute a computer e firmate di suo pugno. A rivelare la notizia è un quotidiano del Kuwait, Al Naba. Secondo il giornale arabo, il testamento sarebbe stato vergato appena tre mesi dopo l'attacco alle Torri gemelle, il 14 dicembre 2001.  In queste pagine, lo sceicco del terrore non si sarebbe limitato ad immaginare l'ultimo giorno, ma avrebbe anche dispensato una serie di consigli ai familiari. Ai suoi figli, raccomanda paternamente di "non lavorare con al Qaeda", mentre a una delle sue mogli raccomanderebbe di non risposarsi. I pargoli dovranno essere educati alla jihad.  Infine, si scaglia contro la "nazione" (islamica) che avrebbe abbandonato coloro che hanno costruito "il primo stato islamico in Afghanistan".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Ciacio Venezian

    03 Maggio 2011 - 19:07

    Comparare le parole di Cristo con quelle di un assassino, oltre a non sembrarmi molto opportune, mi convincono di quanto Bin Lade fosse diabolico: ci sarà sicuramente qualcuno della sua parte che per questo lo paragonerà a Gesù. Speriamo che gli Iman equilibrati, (ce ne sono, ce ne sono), riescano a contrastare efficacemente questa enormità.

    Report

    Rispondi

  • paio50

    03 Maggio 2011 - 16:04

    mi hai rubato le parole dalle dita.....

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    03 Maggio 2011 - 15:03

    -Morirò per il tradimento di un uomo a me vicino-questa cosa l'ho già sentita o letta da qualche altra parte... nacque in una mangiatoia,in povertà,non andò all'università,non aveva un padre ricco... e lo attaccarono per i piedi e le mani. Non uccise nessuno.

    Report

    Rispondi

  • yaaa

    03 Maggio 2011 - 13:01

    con la taglia che aveva sulla testa nn era così difficile da prevedere ....

    Report

    Rispondi

blog