Cerca

Migranti, sonno Ue e Maroni chiede: "Azioni concrete"

Bruexelles, il Consiglio sulla sicurezza e su Schengen. Il ministro: "Per Frontex tutto deciso ma pattugliamenti in Tunisia non partono"

Migranti, sonno Ue e Maroni chiede: "Azioni concrete"
Sull'immigrazione l'Europa dorme. Secondo il ministro degli Interni Roberto Maroni, l'Ue non ha la "tempestività" necessaria nel mettere in atto le decisioni prese, in particolare quella su Frontex per il pattugliamento congiunto con la Tunisia. Al suo arrivo a Bruxelles per il Consiglio Ue straordinario dei ministri degli Interni dei 27 paesi membri dedicato all'Immigrazione, Maroni ha ricordato come "basterebbe che si desse attuazione concreta alle decisioni prese" per migliorare la situazione.

"Purtroppo non succede come dovrebbe succedere con la tempestività che si dovrebbe adottare in questi casi", ha concluso il capo del Viminale. "Nell'ultimo Consiglio giustizia e affari interni di un mese fa si decise che Frontex avrebbe dovuto iniziare i negoziati con la Tunisia per i pattugliamenti congiunti, invece è passato un mese e non è successo nulla", ha sottolineato il ministro da Bruxelles.

In discussione al Consiglio Ue c'è il pacchetto di proposte sull'immigrazione presentato il 4 maggio dalla Commissione europea, in cui si chiede un rafforzamento di Frontex, un sistema comune d'asilo Ue, accordi di partenariato con i paesi terzi che includano controllo delle frontiere e riammissione degli immigrati irregolari. E, soprattutto, una revisione della governance di Schengen, alla luce di quanto successo non solo alla frontiera tra Italia e Francia ma anche della decisione presa ieri dalla Danimarca di ripristinare controlli anticriminalità vicino alle frontiere con Svezia e Germania.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    13 Maggio 2011 - 17:05

    Che vogliamo fare?l'Eurabia sonnecchia,Maroni ha le mani legate.Se li manda indietro si ci mette l'Eurabia di mezzo.Se lo fa d'autorità ecco spuntare qualche tutore dell'Ingiustizia che lo iscrive nel registro degli indagati.....Allora?Decreto legge governativo immedaito e ditutela dell'ORDINE PUBBLICO,ma sopratutto BLINDATO contro ogni paletto....Caricare tutti su navi e spedirli da dove sono venuti.Pure il personaggio presente ad anno zero ieri sera MAESTRO DI MIMICA FACCIALE E DELLA CHIACCHERA....Quello fa piu' danni di Finavil.

    Report

    Rispondi

  • mab

    13 Maggio 2011 - 11:11

    Se la carriola UE non fà nulla, prendere iniziative drastiche e riportare TUTTI all'origine con navi traghetto. Sappiamo tutti benissimo che la percentuale di veri profughi è irrisoria, nella quasi totalità sono persone che dovranno campare alle nostre spalle, al massimo faranno lo sforzo di chiedere elemosine ai supermercati o agli angoli delle strade, altri spaccieranno droga, altri venderanno abusivamente,altri rapineranno ecc....ecc......

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    13 Maggio 2011 - 08:08

    Maroni mi ricorda quell'uccello che rimasto all'interno di una vetrata,non sapeva più come uscirne. Volava di qua e di là ed alla fine ,cercando di uscire sbatteva contro i vetri.Ecco,qeusto è Maroni, già celebrato come il ministro di ferro,quello che aveva bloccato gli sbarchi con azione incisiva verso la Libia di Gheddafi, mentre aumm,aumm,Berlusconi ,uomo di mondo,baciava le mani al raìs e tutti lo criticavano. Però a Berlusconi le critiche a Maroni gli onori. Ed ora? Non sa che pesci prendere,anche se il tutto accade in mare,dove la fauna ittica ha il suo habitat naturale e non sarebbe difficile per lui,prendere qualche poisson. La Danimarca ha reagito ed ha spedito al mittente il trattato di Schengen."Le frontiere sono nostre e ce le curiamo noi.Da noi si entra chiedendo permesso".L'Europa non può diventare terra di conquista,per altro pacifica,di tutti i disperati del mondo.Mugabe in Rodesia,assalì le farm dei bianchi e li cacciò .Nessuno si indignò. Noi razzisti,lui no!!!

    Report

    Rispondi

  • raucher

    12 Maggio 2011 - 20:08

    Preferisce a Maroni, che fa quello che può , con i vincoli dell'UE , quei nostri meravigliosi concittadini che vogliono aprire, da suicidi, la porta a tutti? Facile criticare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog