Cerca

Pakistan contro Usa; "No a droni, inchiesta su blitz"

Islamabad: "Revocare permesso transito a Nato". Su Osama: "Non siamo stati avvertiti, serve chiarezza"

Pakistan contro Usa; "No a droni, inchiesta su blitz"
Il Pakistan contro la Casa Bianca. Il parlamento di Islamabad ha approvato una risoluzione che invita gli Stati Uniti a fermare i raid dei droni sul proprio territorio nazionale chiedendo inoltre l'apertura di un'inchiesta indipendente sul blitz dei Navy Seals che ha portato all'uccisione dell'ex leader di al-Qaeda, Osama Bin Laden, lo scorso 2 maggio. Lo ha riferito il sito web dell'emittente Dawn, precisando che il documento è stato approvato al termine di un dibattito parlamentare durato oltre 10 ore. "Gli attacchi dei droni devono cessare immediatamente - si legge nella risoluzione - in caso contrario il parlamento sarà costretto a considerare alcune misure come la revoca del permesso di transito ai mezzi della Nato" diretti in Afghanistan. Nel corso della 'seduta-fiume', è intervenuto il capo dell'intelligence pakistana (Isi), Ahmad Shuja Pasha, che si è rifiutato di ammettere una responsabilità esclusiva della sua agenzia nell'individuare Bin Laden. In ogni caso, Pasha ha offerto le proprie dimissioni nel caso le autorità le richiedessero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lobadini

    15 Maggio 2011 - 15:03

    questo paese è il covo dei terroristi quindi va' tenuto ancora di piu' sotto controllo

    Report

    Rispondi

  • ortensia

    15 Maggio 2011 - 11:11

    Il 3 ottobre del 2008 la famosa giornalista Christiane Amanpour, durante una trasmissione televisiva del comico americano Bill Maher (vedi youtube), disse che Bin Laden non si nascondeva in una caverna ma viveva in una bella villa in Pakistan. Se già allora si sapeva dove abitava come mai si é aspettato tanto tempo e la vigilia della campagna elettorale USA per attuare il famoso blitz che ha portato alla sua uccisione?

    Report

    Rispondi

blog