Cerca

G8, "pronti 20 mld per Tunisia ed Egitto"

Summit a Deauville, sostegno economico alla primavera araba. Usa-Francia: "Termineremo lavoro in Libia". Sarkò e Obama: "Gheddafi deve lasciare"/ FOTO

G8, "pronti 20 mld per Tunisia ed Egitto"
Pronti 20 miliardi di dollari per sostenere la "primavera araba" in Tunisia ed Egitto. L'indiscrezione, sulla buona strada per diventare notizia ufficiale, arriva direttamente da Deauville, sede del G8. I leader degli otto Paesi più industrializzati avrebbero quindi trovato l'accordo sul denaro da mettere a disposizione dei due governi nordafricani: servirà a coprire le necessità per il periodo 2011-2013 e arriverà dal Fondo monetario internazionale, dalla Banca europea degli investimenti e dalla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo.

"LAVORO DA FINIRE" - Nel frattempo, dalla Normandia arrivano nuovi avvertimenti a Libia e Siria. "Muammar Gheddafi - si legge in una bozza di risoluzione - ha perso ogni legittimità e deve andarsene". Usa e Francia, per bocca dei presidente Barack Obama e Nicolas Sarkozy, si dicono "determinati a terminare il lavoro" in Libia. I leader del G8 minacciano poi la Siria di compiere "un'azione al Consiglio di sicurezza" dell'Onu se Damasco non cesserà di reprimere le manifestazioni contro il regime di Bashar al-Assad.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raucher

    28 Maggio 2011 - 12:12

    dice che la Grecia deve arrangiarsi però scuce soldi per la " primavera araba". Nostalgia delle colonie?

    Report

    Rispondi

  • conenna

    28 Maggio 2011 - 09:09

    Dove trovino tutti questi soldi è un mistero visto la crisi dilagante. Però, se è vero che ci sono per mandare a casa Mubarak, Gheddafi e il tunisino, quanto ci darebbero per mandare a casa l'Arcoriano?

    Report

    Rispondi

  • petrolio

    petrolio

    28 Maggio 2011 - 08:08

    Bravi, dare soldi a quei paesi pensando di aiutarli economicamente senza una garanzia di un futuro governo democratico e slegato dai dettami islamici, è come dare la possibilità a degli assassini di procurarsi comodamente una pistola.

    Report

    Rispondi

  • alvit

    28 Maggio 2011 - 08:08

    Un G8 eccezionale, la TV pubblica e privata, non ci hanno fatto vedere scontri, rotture di vetrine, poliziotti sanguinanti, auto incendiate e sassaiole. Ho pensato, vuoi vedere che questa volta il G8 lo hanno tenuto su un'isola lontanissima e deserta, dove i componenti sono arrivati dopo ore di viaggio con elicotteri blindati. Non so se sia stato così, so solo che la marmaglia di sinistra, i farabutti travisati, i detrattori mondiali, coloro che assaltano i poliziotti con gli estintori, i distruggi citta', forse sono solo ed esclusivamente i farabutti comunisti che vivono in Italia. Se qualcuno mi spiega, lo ringrazio molto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog