Cerca

Yemen, morto il premier Moujawar. Scontri: 10 morti

Dopo l'attacco dei ribelli al palazzo presidenziale, per i medici il primo ministro è "clinicamente morto". Alta tensione a Sanàa

Yemen, morto il premier Moujawar. Scontri: 10 morti
Per Ali Mohammad Moujawar  - premier dello Yemen - non c'è molto da fare:  i medici hanno constatato la "morte clinica" dopo le ferite riportate nell'attacco sferrato venerdì contro il palazzo presidenziale di Sanàa, la capitale. Sempre secondo il servizio in arabo della Bbc, il governatore di Sanàa, Noman Mohammed Doid, dopo essere rimasto ferito nell'attacco al palazzo presidenziale, è stato sottoposto a un intervento chirurgico per l'asportazione di una gamba e un braccio e versa in gravi condizioni.

IN OSPEDALE - Venerdì l'ultimo scontro tra le forze governative e milizie tribali dell’opposizione, culminato nell' attacco al palazzo presidenziale. Dopo essere rimasto ferito, il primo ministro era stato trasferito in Arabia Saudita insieme ad altri quattro funzionari feriti: il presidente del parlamento Yahia al Raie, il capo del consiglio consultivo Abdel Aziz Abdel Ghani e il vice primo ministro per gli Affari interni Sadek Amini Abu Ras. Insieme a loro,  ci sarebbe stato anche il presidente Ali Abdullah Saleh, ferito lievemente alla testa. Notizia subito smentita dal ministero dell’Informazione yemenita e dalle autorità saudite.

ANCORA SCONTRI - Intanto sono ripresi gli scontri nelle città yemenite. Dieci persone sono rimaste uccise e 35 ferite nei bombardamenti contro la casa del potente capo tribù Hamid al Ahmar, leader della rivolta tribale in corso a Sanaa. Una risposta del regime all’attacco al palazzo presidenziale. Violenti scambi di artiglieria e razzi hanno così scosso per la quinta notte consecutiva il quartiere di al Hassaba. Nuovi scontri tra i manifestanti anti-regime e forze lealiste sono stati registrati anche Taiz, a sud ovest di Sanaa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • autores

    04 Giugno 2011 - 18:06

    Al popolo che e' contro alla dittatura nello Yemen serve molte piu' armi nell'alta tecnologia,l'Oman non e' ancora capace di assimilare nel dovuto modo il bene tramite l'Inghilterra e comunque l'alleanza non ha la volonta' di prendere tali accordi,per ora.

    Report

    Rispondi

  • raucher

    04 Giugno 2011 - 18:06

    la "primavera dello Yemen" è ormai ridotta a lotta tra tribù per la supremazia. Un'altra Somalia.

    Report

    Rispondi

blog