Cerca

Libia, profanato cimitero italiano. Nuovi raid Nato

Forzato il complesso che ospita i resti di 8.000 italiani. Aumenta pressione delle forze atlantiche su Tripoli che schiera elicotteri da assalto

Libia, profanato cimitero italiano. Nuovi raid Nato
Il cimitero italiano di Tripoli è stato profanato con scritte oltraggiose sulle mura. Anche l'abitazione del custode è stata distrutta. Dopo decenni di abbandono, il camposanto era stato restaurato ed inaugurato meno di due anni fa. Non sono ancora chiare le dinamiche del raid, ma molto probabilmente si tratta del tentativo - vano - di alcuni fedeli di Gheddafi di forzare il complesso monumentale, che ospita i resti di 8.000 italiani.

ATTACCHI NATO - Sabato sera, alcune potenti esplosioni sono state udite in centro a Tripoli e nella sua periferia est. I raid della Nato si sono intensificati mirando soprattutto la periferia di Tajoura. Le forze occidentali inoltre hanno utilizzato nella notte tra venerdì e sabato per la prima volta elicotteri da assalto, per colpire veicoli militari, equipaggiamenti e forze in campo. L'impiego di questi mezzi "dimostra le capacità uniche degli elicotteri d'attacco", ha detto il generale Charles Bouchard, comandante dell'operazione Nato Unified Protector. "Continueremo a utilizzare queste risorse quando e dove necessario -ha aggiunto- utilizzando la stessa precisione, come di tutte le nostre missioni". Nella nota si precisa, infine, che le forze della Nato "rivedono costantemente le loro operazioni e l'uso dei mezzi a disposizione, compresi gli elicotteri da combattimento - allo scopo di  - mantenere lo slancio e aumentare la pressione" sulle forze di Gheddafi.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • racchia

    06 Giugno 2011 - 00:12

    Speriamo che i libici si accontentino di attaccare il cimitero italiano. E' disgustoso il comportamento della NATO e dell'Italia che le scodinzola dietro. Se l'obiettivo è ammazzare Gheddhafi, che facciano come con Bin Laden. E la piantino lì di distruggere un Paese sovrano senza avergli dichiarato guerra e dargli la possibilità di difendersi.

    Report

    Rispondi

  • robbyieh

    05 Giugno 2011 - 11:11

    Per capire, gli 'atlantici' possono assassinare giornalmente tutta la gente che gli pare con armi di una potenza inimmaginabile e la garanzia di non essere contrastati in alcun modo. Gli assassinati non possono nemmeno imbrattare un muro ... La logica non sembra tanto diversa da quella di Himmler e co.

    Report

    Rispondi

  • brunello.faraldi

    05 Giugno 2011 - 09:09

    Cosa pensavate che con i ns. tradimenti portassero dei fiori ai defunti?o anche qulche lumino?

    Report

    Rispondi

  • brunello.faraldi

    05 Giugno 2011 - 09:09

    Esattamente come la guerra civile spagnola serve ai francesi ed inglesi a testare le loro armi logicamente in nome della democrazia,come potrebbero altrimenti.La nato è la continnuazione delle Nazioni unite che fecero nascere Hitler,lasciandolo fare tranquillamente. Viva la Democrazia portata con gli Apache ed elicotteri francesi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog