Cerca

Immigrati, Hemmerberg: "Ue è responsabile dei morti"

Il commissario per i diritti umani bacchetta l'Europa sull'emergenza sbarchi: "Salvate tutti, non solo quelli vicini alle coste"

Immigrati, Hemmerberg: "Ue è responsabile dei morti"
Accuse durissime all'Europa per i molti migranti, vittime nelle acque del Mediterraneo. Il j'accuse arriva da Thomas Hammerberg, commissario per i diritti umani del consiglio d'Europa. "I governi e le istituzioni europee hanno responsabilità molto più grandi di quelle che hanno finora dimostrato di volersi assumere" scrive in unn nota. Di qui, l' "impellente necessità di aumentare in maniera esponenziale la sorveglianza".

Più controlli - Hammerberg che un occhio - anche aereo - più attento lungo le coste libiche e nel tratto di mare tra il nord Africa e le coste sud dell'Europa, in modo da poter individuare le imbarcazioni e poter agire tempestivamente per soccorrerle. "Il principio del salvataggio in mare non può più valere solo per chi si trovi nelle vicinanze di un'imbarcazione in difficoltà", ha ammonito il commissario per i diritti umani,  secondo il quale sarebbe "difficile sostenere, viste le operazioni militari in Libia, che non vi sono le necessarie risorse per condurre attività di sorveglianza".

Gli arrivi - "Finora i governi europei hanno cercato di scoraggiare gli arrivi attraverso operazioni di respingimento e forti misure deterrenti -  scrive ancora Hammarberg, che sottolinea come tuttavia  - questo non ha impedito ai migranti di cercare di raggiungere l'Europa, ma ha fatto sì che questo viaggio diventasse più pericoloso". Molti di coloro che stanno tentando la traversata sono persone provenienti da Eritrea, Somalia, Sudan e altri paesi sub sahariani che, non solo in molti casi avrebbero diritto alla protezione internazionale, ma si sono trovati intrappolati in Libia anche in seguito agli accordi che alcuni governi hanno stretto con Gheddafi. "Il conflitto armato ha contribuito a peggiorare la situazione di queste persone", ha concluso il commissario per i diritti umani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • violacea

    11 Giugno 2011 - 21:09

    se li porti a casa sua pero' caro commissario che l'italia e' satura di negri e arabi puzzolenti e ignoranti!!!! straccioni pienio di pulci che ci rimandano indietro di 50 anni!!!! europa negra e stracciona!!! che non difende i dirittti dei propri cittadini x difendere i diritti dei negri arabi e africani!!!

    Report

    Rispondi

  • prt

    10 Giugno 2011 - 19:07

    Per aiutare tutta questa povera gente che fugge dalla miseria e dalla guerra possiamo solo fornirgli in prestito ottime barche, magari mandando noi dei marinai a prenderli...anche perche' fuggire dalla guerra e' un diritto umano..., e controllare con l'uso di qualche militare a bordo che non salgano piu' di tante persone per volta....in modo da garantire la sicurezza del viaggo. ...e i soldi ..?, Li deve dare l' UE DATO CHE PARLANO DI DIRITTI UMANI....ANCHE SE pare che solo noi Italiani siamo disposti ad aiutare tutta questa povera gente . Chi fugge da una guerra e' un disperato...anche se trova i soldi che gli servano mentre c'e' chi non ha nemmeno questa possibilita' e va soccorso anche perche' meglio salvare piu' persone possibile che nessuna...!!

    Report

    Rispondi

  • prt

    10 Giugno 2011 - 18:06

    Molti disperati viaggiano su delle imbarcazioni malridotte e gia' pericolose per una traversata in mare e ci salgono davvero troppe persone....e poi...a volte si ribaltano....!!! Per proteggerli non credo che basti osservare dall' aereo che succede in mare perche' se non ci sono imbarcazioni in vicinanaza a che si sta' ribaltando, come possono i soccorsi arrivare in tempo prima che la gente sia affogata?, allora si dovrebbe pensare a qualcosa di diverso tipo dargli in prestito delle barche buone e mettere militari da terra , d'accordo con gli stati da cui si imbarcano i migranti, a controllare che ogni viaggio non superi un certo numero di persone ragionevole perche' nel viaggio non ci siano rischi....

    Report

    Rispondi

  • coruncanio

    09 Giugno 2011 - 10:10

    Questo topo di scrivania deve pure dire qualcosa per giustificare lo stipendio .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog