Cerca

Obama via dall'Afghanistan: "33mila soldati in un anno"

Gli Usa annunciano l'exit strategy. Frncia li segue: "Nostro ritiro graduale". Talebani: "Noi continueremo la nostra battaglia"

Obama via dall'Afghanistan: "33mila soldati in un anno"
Gli Stati Uniti pensano alla smobilitazione in Afghanistan. Il presidente Barack Obama, in diretta televisiva dalla Casa Bianca, ha annunciato che circa 33mila soldati americani lasceranno Kabul entro l'estate 2012, a partire dal prossimo luglio. Entro il dicembre 2011 saranno in 10mila a lasciare il Paese, in cui le truppe Usa sono presenti dall'ottobre 2001. Attualmente il loro numero è di 99mila unità. "Iniziamo il ritiro dall'Afghanistan in posizione di forza - ha detto Obama - perché insieme con i pachistani abbiamo neutralizzato oltre la metà della leadeship di al Qaeda". La exit strategy della Casa Bianca prevede azioni per "rafforzare il governo afghano e le forze di sicurezza" e contemporaneamente "iniziative di riconciliazione del popolo afghano, compresi i Talebani". Da Obama una conferma, dunque, delle indiscrezioni che volevano i vertici militari impegnati in una difficile opera diplomatica con i fondamentalisti islamici che controllano ampie regioni rurali dell'Afghanistan. Il patto è che i potenti locali rompano con la rete terroristica guidata da Al Zawahiri dopo la morte di Osama Bin Laden.

"Lotta continua" - La reazione dei Talebani, però, non è delle più concilianti. Le parole di Obama, infatti, sono viste come un semplice "passo simbolico". "Obama e i suoi guerrafondai vogliono ingannare la loro Nazione con questo annuncio - si legge in una nota rilanciata dall'agenzia di stampa Dpa - mentre in realtà non hanno alcun rispetto per i desideri della Nazione di portare a termine questa guerra e questa occupazione". Le dichiarazioni di sconfitta dei ribelli nel Sud dell'Afghanistan, storica roccaforte talebani, "altro non sono che affermazioni prive di fondamento e propaganda". Poi un appello diretto agli americani: "I contribuenti devono capire che, così come negli ultimi dieci anni, il loro denaro continua a essere sprecato in questa inutile guerra priva di significato e a finire nelle tasche dei funzionari corrotti del regime di Kabul".

Eliseo come Casa Bianca - L'accelerazione sul piano di ritiro delle truppe imposta da Obama ha però un primo effetto. Anche la Francia comincerà "un ritiro graduale" delle sue forze in Afghanistan "in modo proporzionale e con un calendario simile al ritiro delle forze americane". L'annuncio è arrivato in mattinata dall'Eliseo. In Afghanistan sono attualmente dispiegati 4.000 soldati francesi. Il bilancio è finora stato di 62 militari morti dalla fine del 2001. Quest'anno è uno dei più neri per le forze francesi impegnati su quel fronte, con nove vittime già nei primi sei mesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • autores

    25 Giugno 2011 - 21:09

    La notizia e' falsa perche' gli U.S.A. sono bene disposti anche ad affrontare delle eventuali nuove guerre,infatti gli U.S.A. possiede molti uomini ancora e queste persone aspettano proprio di andare in guerra per gli U.S.A. Sembra che gli U.S.A. si potrebbe permettere anche di lasciare i propri uomini nelle guerre di cui appunto non serve l'eventuale ritiro. Probabilmente anch'essi credono nell'Islam quando loro sono a fare le guerre dalle nostre parti. Obama dovrebbe dedicarsi di piu' ai propri Stati invece di credere al Islamismo delle nostre parti,lo dico perche' il dollaro e' in caduta ed e' probabile che lo sia anche per le uscite di Obama nel senso politico in favore agli altri Stati al di fuori dai U.S.A.

    Report

    Rispondi

  • bisnonna!

    24 Giugno 2011 - 17:05

    " Se certe prese di posizione ...perchè non la potente Inghilterra?" Forse perchè i giochi in corso, superano lo spauracchio dell'islam.

    Report

    Rispondi

  • jerico

    24 Giugno 2011 - 14:02

    Fermate quest'uomo (Obama), è pericoloso per l 'Occidente ! Proprio lui ,tempo fa, ha detto che l'America non sarà mai in guerra con l'Islam , stà forse applicando praticamente questa sua dottrina ? Non sà , l'uomo venuto dalla savana, che l'Islam non deporrà le armi, perchè vuole conquistare il Mondo ? Notevole il commento del lettore di questo forum '' agosman'' , bravo ! Non avete notato , che i continui sbarchi dal Nordafrica ,scaricano sulle nostre coste , non gente smagrita e derelitta, ma persone ben pasciute,dotati di cellulari ed a volte capi firmati(ma non sono morti di fame ?) , e se non possono, chi da loro le migliaia di dollari per farsi traghettare sulle nostre coste ? C'è qualcuno che sovvenziona questa gente , magari lo stesso Gheddafi o il miliardario Re dell'Arabia Saudita, davanti a cui ,Obama si è prostato con atto di sottomissione? O dobbiamo pensare che tutto questo è parte di un piano diabolico , un grande ''Cavallo di Troia''...?

    Report

    Rispondi

  • raucher

    24 Giugno 2011 - 13:01

    A testimonianza del fatto che non tutti i paesi europei sono cretini, le consiglio l'articolo dell'Occidentale di oggi dal titolo : Assolto Wilders e l'Olanda archivia il multiculturalismo di Andrea Doria. Se certe prese di posizione pesanti le sa prendere un piccolo paese come l'Olanda, perchè noi no? O meglio ancora, perchè non la potente Inghilterra?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog