Cerca

Crisi Grecia, trovata l'intesa: accordo tra Atene e la Ue

Annuncio del ministro delle Finanze ellenico: "Paese si impegna nei tagli a spesa e aumenti tasse per coprire 3,8 miliardi di buco"

Crisi Grecia, trovata l'intesa: accordo tra Atene e la Ue
Il ministro delle Finanze greco, Evangelos Venizelos, ha raggiunto un accordo con i rappresentanti dell’Fmi e della commissione Ue sul nuovo piano quinquennale di austerità. La Grecia si impegna a tagli della spesa e aumenti delle tasse per coprire 3,8 miliardi di euro di buco di bilancio. Il portavoce del governo, Elias Mossialos, che accompagna il premier George Papandreou al vertice dei leader europei di Bruxelles, conferma che l’intesa è stata conclusa. Secondo quanto riferiscono le fonti, Venizelos avrebbe incluso tra le nuove misure una tassa straordinaria sul reddito tra l’1% e il 5%, un abbassamento a 8 mila euro del livello minimo da redditi a partire dal quale si pagheranno le imposte e un incremento della tassa sul gasolio da riscaldamento.

Il comunicato - "I capi missione della Commissione europea, del Fondo Monetario Interanzionale, della Bce (la cosiddetta Troika, ndr) e le autorità greche - ha spiegato il comunicato della Commissione Ue - hanno concluso in serata (nella notte tra giovedì e venerdì, ndr) un accordo sulla totalità dei provvedimenti per ripianare il deficit di bilancio per il periodo 2011-2014". "Una volta attuati", i provvedimenti convenuti fra la cosiddetta 'troika' e e le autorità di Atene, permetteranno alla Grecia, secondo la Commissione, "di raggiungere gli obiettivi stabiliti e di mantenersi sulla buona via".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog