Cerca

Libia, Sarkozy pugno di ferro: "Avanti fino a caduta Raìs"

Poi Berlusconi: "Solo una rivolta segnerà la fine dell'intervento militare". Rasmussen: "A Nato futuro del Colonnello non interessa"

Libia, Sarkozy pugno di ferro: "Avanti fino a caduta Raìs"
Le operazioni militari in Libia devono continuere ''fino alla caduta di Muammar Gheddafi''. Nicholas Sarkozy nel corso del Consiglio europeo è tornato sulla campagna libica, confermando l'impegno della Nato contro il Raìs. Anche il premier Silvio Berlusconi è intervenuto in merito, evidenziando ancora una volta che "ciò che porrà fine all'intervento in Libia non potrà che essere una rivolta della popolazione a Tripoli''.

Caccia al colonnello - ''Non abbiamo informazioni su di lui e su dove si trovi'' ma per ''Gheddafi orami è finita: rappresenta il passato mentre il futuro è del popolo libico''. Così, in un'intervista a Sky tg24, il segretario generale della Nato Anders Fogh Rasmussen, ha risposto a una domanda sulla situazione nel Paese, ricordando che il futuro del Colonnello ''non fa parte della nostra missione, non ci interessa. Siamo lì per proteggere i civili su mandato dell'Onu e proseguiremo fino al raggiungimento degli obiettivi'. Posso assicurarvi che facciamo tutto il possibile per evitare vittime civili, siamo molto prudenti. Ci dispiace naturalmente per ogni perdita'', ha concluso il segretario generale dell'Alleanza, tornando sulle polemiche per le vittime dei raid.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Cesare Infedele

    28 Giugno 2011 - 21:09

    E la Francia: avanti fino alla caduta del Rais e così il petrolio sarà nostro. Finalmente soppiantiamo gli Italiani nello sfruttamento dei giacimenti libici e nelle forniture di beni e di armi. Viva la Grandeur...e l'Italia li appoggia pure con mezzi e basi. E alla fine ci ritroveremo con una mano d'avanti e una dietro. Italia neo colonia francese, basta guardarsi intorno.

    Report

    Rispondi

  • Vito la Civita

    25 Giugno 2011 - 13:01

    .......SARKOZI si crede di essere diventato il padrone assoluto dell'europa? Insieme alla Germania e Inghilterra, vogliono dettare leggi in Europoa senza consultare gli altri stati che ne fanno parte. E' ora che L'ITALIA si faccia sentire una buona volta e non abbassarsi i pantaloni su tutto come hanno fatto i nostri governi del passato!!! A pensare che L'ITALIA nel passato, a questi signori gli ha portato la civiltà.

    Report

    Rispondi

  • Vito la Civita

    25 Giugno 2011 - 13:01

    .......SARKOZI si crede di essere diventato il padrone assoluto dell'europa? Insieme alla Germania e Inghilterra, vogliono dettare leggi in Europoa senza consultare gli altri stati che ne fanno parte. E' ora che L'ITALIA si faccia sentire una buona volta e non abbassarsi i pantaloni su tutto come hanno fatto i nostri governi del passato!!! A pensare che L'ITALIA nel passato, a questi signori gli ha portato la civiltà.

    Report

    Rispondi

  • Vito la Civita

    25 Giugno 2011 - 13:01

    .......SARKOZI si crede di essere diventato il padrone assoluto dell'europa? Insieme alla Germania e Inghilterra, vogliono dettare leggi in Europoa senza consultare gli altri stati che ne fanno parte. E' ora che L'ITALIA si faccia sentire una buona volta e non abbassarsi i pantaloni su tutto come hanno fatto i nostri governi del passato!!! A pensare che L'ITALIA nel passato, a questi signori gli ha portato la civiltà.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog