Cerca

Chavez a Cuba, mistero fitto: "E' in condizioni critiche"

Il dittatore del Venezuela, operato per un ascesso pelvico lo scorso 10 giugno, non è ancora riapparso in pubblico. Fonti americane: "Quadro complicato"

Chavez a Cuba, mistero fitto: "E' in condizioni critiche"
Si infittisce il giallo sulle condizioni di salute del dittatore venezuelano Hugo Chavez, ricoverato a Cuba dal 10 giugno, dopo essere stato operato a L'Avana per un ascesso pelvico. Secondo fonti d'intelligence americane citate dal quotidiano Nuevo Herald di Miami, le condizioni del presidente sarebbero "critiche". Chavez "si trova in uno stato critico, non grave, ma comunque critico e complicato", afferma una delle fonti, che però non ha confermato l'indiscrezione secondo la quale il presidente venezuelano sarebbe stato operato per un tumore alla prostata. Le fonti americane hanno affermato poi che la moglie e la figlia di Chavez, Marisabel e Rosina, erano urgentemente e segretamente partite martedì scorso per Cuba a bordo di un aereo militare.

La versione ufficiale - Chavez, 56 anni, è stato operato d’urgenza per un ascesso pelvico il 10 giugno mentre si trovava all'Avana in visita ufficiale. Ma la scarsità d'informazioni sul suo stato di salute e il mutismo di  Chavez, notoriamente presenzialista sui media, hanno contribuito ad alimentare voci e dubbi e sospetti. Al momento vi sono state brevi immagini dell'arrivo di Chavez all'Avana e qualche foto. Venerdì sono stati poi diffusi alcuni messaggi di Chavez su Twitter per celebrare la ricorrenza del 190esimo anniversario della battaglia di Carabobo che, sotto la guida di Simon Bolivar, sancì l'indipendenza venezuelana dalla Spagna. Ma non è stato fatto nessun accenno al suo stato di salute o alla data del suo ritorno a Caracas.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rosvittorio

    30 Giugno 2011 - 10:10

    Speranza per i Venezuelani e per tutti quei popoli che stanno soffrendo per la follia di Chavez e la sua influenza nefasta nei paesi confinanti come la Bolivia.Anche qui il buon Evo Morales non scherza : ha trasformato la Bolivia nello stato più povero dell'America Latina.

    Report

    Rispondi

  • tigrin della sassetta

    27 Giugno 2011 - 18:06

    Non sarebbe male se si trattasse di “raffreddore di Chernenko” o di “infreddatura di Andropov”. Sempre in attesa (su, vediamo di darci una mossa!) che al lerciopiteco venga un bel “foruncolone di Craxi”. Anima cattiva

    Report

    Rispondi

  • migpao

    27 Giugno 2011 - 14:02

    speriamo crepi.

    Report

    Rispondi

  • alvara

    25 Giugno 2011 - 20:08

    una buona notizia ogni tanto fa piacere.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog