Cerca

Quiproquo sui desaparecidos

L'Argentina contro Silvio

Quiproquo sui desaparecidos
Ha parlato dei desaparecidos durante la campagna elettorale in Sardegna, esagerando i toni proprio a sottolinearne il dramma. Eppure Silvio Berlusconi è caduto nell'occhio del ciclone dell'Unità, e di conseguenza dello stato argentino. Che oggi ha convocato l'ambasciatore italiano Stefano Ronca per chiarimenti.
Secondo il quotidiano di Buenos Aires Clarin, sabato scorso durante la campagna elettorale a Cagliari, il Cavaliere avrebbe 'scherzato' sulla vicenda dei desaparecidos in Argentina e sulla fine delle persone sequestrate dai militari: "Erano belle giornate, li facevano scendere dall’aereo...", avrebbe detto il premier, facendo riferimento ai 'voli della morte', tramite i quali i militari nell’ultima dittatura (1976-83) gettavano nelle acque del Rio de la Plata i sequestrati addormentati ma ancora vivi. L’articolo del quotidiano argentino ha un richiamo in prima pagina, dal titolo "Berlusconi, macabro con i desaparecidos" e precisa che «non è chiara la ragione» delle frasi del primo ministro italiano sui desaparecidos.
Nel colloquio con il ministero degli esteri argentino, Ronca ha sottolineato che c'è l'assoluta certezza che da parte del presidente del Consiglio non vi è stato "alcun intento offensivo",  semmai "una netta presa di distanza dalla dittatura argentina".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Tinny77

    19 Febbraio 2009 - 12:12

    falsità assoluta dell'unità, che mostra pure il video.. che contraddice il testo stesso, ma ovviamente chi se lo guarderà senza fermarsi solo al titolo dell'articolo? sul giornale http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=329919 il tutto è spiegato molto più dettagliatamente, trovo questo articolo su Libero news piuttosto sbrigativo e di certo nno chiarificatore...

    Report

    Rispondi

  • rissoluca

    19 Febbraio 2009 - 11:11

    Poiché il video della frase incriminata e il contesto sono riportati sul dito del "Corriere della Sera", invito tutti ad andare a vedere, in modo da rendersi conto di che tipo di giornale sia "L'Unità", da cui è partita l'imbeccata. Uno schifo. Tra l'altro Berlusconi ha riportato la cosa come esempio di insulto usato nei suoi confronti. Evidentemente per certuni accostare Silvio ai generali argentini è una offesa per questi ultimi.

    Report

    Rispondi

  • gattoluciano48

    19 Febbraio 2009 - 11:11

    Berlusconi dovrebbe imparare a non far battute su cose serie. Nel caso dei desaparecidos non mi e' chiaro cosa abbia detto, perchio' mi astengo da commenti. Tuttavia mi ha sconcertato la battutata sul caso Eluana. Non volevo credere a quanto aveva detto: e' tanto viva da poter generare un figlio. Molte volte si comporta da irresponsabile buffone

    Report

    Rispondi

  • DIKY

    19 Febbraio 2009 - 10:10

    Caro Romy, a me non sembra corretto il tuo discorso. Il fatto che L'argentiana sia un "debitore insolvente" come la chiami tu, non da diritto a nessuno di offendere o criticare. Berlusconi ha l'italia da gestire, la smettesse di criticare gli altri stati o gli altri popoli, qualunque cosa abbiano fatto, sono fatti loro e non di berlusconi...Ne esce sempre male il caro berlusca quando poi nega l'accaduto....ognuno si guardi in casa propria.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog