Cerca

Hugo Chavez scioglie il giallo: "Sono stato operato di tumore"

L'annuncio del presidente venezuelano alla tv di stato cubana. "Fidel Castro è stato al mio fianco. Per ora governo dall'Avana"

Hugo Chavez scioglie il giallo: "Sono stato operato di tumore"
Hugo Chavez, il presidente anti-imperialista del Venezuela, 56 anni e da dodici al potere, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico che ha permesso l'estrazione totale di un tumore canceroso. E’ stato lo stesso Chavez, ad annunciare al Paese la notiza in diretta tv dall'Avana, a Cuba, alle ore 21 ora locali (in piena notte italiana), chiarendo così il mistero che da 20 giorni aleggiava sulle sue condizioni di salute.

Le condizioni di salute - Chavez era stato operato d’urgenza per un ascesso pelvico l'11 giugno mentre si trovava in visita a Cuba e, nelle ultime due settimane si erano rincorse molte voci e parecchia confusione sul suo stato di salute. "Dopo la prima operazione"  ha spiegato lo stesso presidente "sono apparsi sospetti sulla presenza di altre formazioni cellulari non individuate fino a quale momento", poi la conferma di "un tumore" e la necessità di un secondo intervento. L'operzione ha avuto un decorso "soddisfacete", senza alcuna complicazione, "nel frattempo" ha spiegato Chavez "continuo ad essere sottoposto alle cure aggiuntive necessarie per combattere i diversi tipi di cellule riscontrate e proseguire sulla strada di una pronta guarigione".

A fianco di Fidel Castro -  "E' stato Fidel Castro ad annunciarmi la dura notizia del cancro. Ho iniziato a chiedere a mio signore Gesù, alla Vergine, affinché mi concedesse la possibilità di parlarvi, non da un sentiero dell'abisso". Del rapporto con l'ex leader della rivoluzione permanente cubana, che ha ripetutamente ringraziato, Chavez ha riferito: "Mi ha interrogato quasi come un medico, mentre io mi sono confessato quasi come un paziente"

Ritorno in Venzuela - Il generale Henry Rangel Silva, a capo delle forze armate, poche ore dopo la conferma dello stato di salute ha rassicurato il paese annunciando che il leader tornerà "presto" in Venezuela. Il generale, apparso in un'intervista trasmessa dalla televisione di Stato, ha quindi sottolineato che Chavez continua a governare il Venezuela da Cuba, dove si era recato per sottoporsi a cure mediche. Rangel Silva ci ha tenuto quindi a precisare che l'assenza del presidente non mette a rischio l'ordine costituzionale, "il Paese è calmo" ha sottolineato. "Abbiamo visto il nostro comandante più magro del solito ma ancora in piedi" ha raccontato il generale "la verità è che sta migliorando, sta bene".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog