Cerca

L'ultima sparata di Gheddafi: "Ritiratevi, o sarà catastrofe"

Colonnello parla da piazza Verde di Tripoli: "Libia vincerà sua guerra contro Occidente". Il figlio: "L'Aja è il tribunale di Topolino"

L'ultima sparata di Gheddafi: "Ritiratevi, o sarà catastrofe"
Le bombe della Nato non colpiscono Muammar Gheddafi, ma rinforzano i suoi proclami. "Il popolo libico vincerà la sua guerra contro l'Occidente", ha dichiarato durante un discorso trasmesso dalla piazza Verde di Tripoli e seguito in diretta televisiva dall'emittente di Stato. La piazza della captiale in cui ha parlato era colma di sostenitori del Colonnello, che ha rilanciato minacciando di attaccare l'Europa se il Patto Atlantico continuerà la missione aerea: "Ritiratevi, o sarà una catastrofe. Vi consiglio di far tornare i vostri aerei a terra". Il raìs ha poi invitato l'Occidente a "non trattare con i traditori", ovvero il Consiglio nazionale di transizone dei ribelli di Bengasi.

"Aja? Tribunale di Topolino" - Dopo aver appreso che sono in corso negoziati, sia diretti sia indiretti, tra il regime e i ribelli in Libia - è stato riferito dall'unica figlia di Gheddafi, Aisha, nel corso di un'intervista alla rete France-2 - ha parlato anche Seif al-Islam, figlio maschio del Colonnello. "La Corte dell'Aia è come il tribunale di Topolino, secondo me essere responsabile dell'uccisione di persone è solo una grande barzelletta", ha detto in un'intervista al canale televisivo russo Rt, tramsessa su internet. Seif al-Islam è apparso con una lunga barba e abiti tradizionali per pronunciare la sua arringa contro la Corte penale internazionale, che lunedì scorso ha emesso mandati d'arresto per crimini contro l'umanità nei suoi confronti, di quelli del padre e del capo dell'intelligence.

Ribelli pronti a trattare - Nella giornata in cui un colonnello dell'esercito di Gheddafi, Moahammed al-Rajbani, ha disertato per unirsi ai ribelli, proprio i ribelli hanno ribadito di essere pronti a deporre le armi se il Colonnello lascerà il potere. "Se vediamo che Gheddafi si ritira, siamo pronti a mettere fine alle ostilità e al negoziato con i nostri fratelli vicini a Gheddafi", ha indicato la via il rappresentante del Cnt, Mansour Safy al-Nasr, a margine del vertice dell'Unione africana che si è tenuto nella capitale della Guinea Equatoriale. Diversamente, i ribelli non si ritireranno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • autores

    02 Luglio 2011 - 20:08

    Sappiamo con certezza che il Re Saudita e il successore Del RE Saudita ha le identiche idee e minacce di gheddy,ne avremo pur sempre e solo che le palle piene delle loro belle parole,la differenza e che noi non diciamo solo parole per riempire le palle ma le palle gliele spacchiamo per d'avvero.

    Report

    Rispondi

  • italodemocratico

    02 Luglio 2011 - 17:05

    Ma come cavolo si va in guerra, bombardando da lontano, questi guardano troppo e giocano, a X-Box. Se non volete combattere uomo a uomo, lasciate stare, spacconi , da lontano lo volete, mandate un paio di mafiosi leghisti , e quelli ve lo prendono, ho ! si tratta di un futuro immigrato, questo prima o poi sará ospite a Roma, come fú Craxi a Hammamet.

    Report

    Rispondi

  • migpao

    02 Luglio 2011 - 00:12

    e' vero che l'aja e' il tribunale di topolino ma, purtroppo, e' altrettanto vero che gheddafi soccombera'. comunque io "tifo" per gheddafi, come tifavo per saddam hussain.

    Report

    Rispondi

  • scovafrottole

    01 Luglio 2011 - 21:09

    Non vedo "sparate" da parte di Gheddafi, ma ne vedo tante da parte nostra che si susseguono uno dietro l'altra da oltre cento giorni da quando abbiamo iniziato a pestarci i piedi da soli.Sparavamo guasconate che doveva finire tutto in un paio di settimane al massimo ed invece...In quanto alle "minacce" non ne vedo, ma solo consigli che dovremmo seguire invece di insistere con gli sbagli come i deficienti.La guerra e' persa.Lo hanno capito anche gli asini che non si vince solo bombardando e che non basta la tecnologia ma ci voglioni i co...i che l'occidente non ha.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog