Cerca

Isralele, incarico a Netanyahu

"Governo con Livni e Barak"

Isralele, incarico a Netanyahu
Sarà Benyamin Netanyahu a formare un nuovo governo d'Israele: il leader del Likud ha infatti accettato l'incarico conferitogli dal capo dello stato israeliano Shimon Peres. Nonostante la netta chiusura della leader di Kadima, Tzipi Livni Netanyahu ha proposto sia a lei sia al leader dei laburisti Ehud Barak di comporre insieme un governo allargato che affronti le "molteplici sfide che incombono su Israele". Netanyahu ha sdpiegato che Israele "sta vivendo un momento cruciale per colpa del moltiplicarsi delle minacce" nei suoi confronti: in particolare il leader ebraico ha parlato della minaccia nucleare iraniana,dell rafforzarsi di movimenti terroristici ai confini di Israele e della grande crisi economica mondiale. "È giunto il momento di lavorare spalla a spalla", ha detto, "di procedere uniti per garantire il futuro dei nostri figli e dello stato di Israele". Ai laburisti di Barak e ai centristi della Livni ha quindi proposto di avviare subito contatti per la formazione di un governo allargato, prima ancora che il Likud ne discuta con le liste confessionali e di destra.
Ora Netanyahu ha sei settimane di tempo per dare vita al nuovo esecutivo. Alle elezioni del 10 febbraio scorso, il Likud ha ottenuto 27 dei 120 seggi della Knesset, uno in meno di quelli conquistati da Kadima. Durante le consultazioni dei giorni scorsi, 65 deputati israeliani hanno manifestato con Peres il desiderio di vedere Netanyahu alla guida del nuovo governo israeliano, mentre la Livni è stata sostenuta solo dai parlamentari di Kadima, perché i partiti della sinistra e quelli arabo-israeliani non hanno espresso nessuna preferenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog