Cerca

Nato: "Gheddafi, è game over" Ribelli prendono zona Gualish

Offensiva degli insorti che ora dispongono delle armi francesi: conquistato anche un villaggio nel Sud. Ottimismo di Rasmussen

Nato: "Gheddafi, è game over" Ribelli prendono zona Gualish
Dopo il 'nulla-osta' della Nato, le forze degli insorti del Comitato Nazionale di Transizione di Bengasi hanno lanciato una forte offensiva contro le truppe di Muammar Gheddafi in Libia. Gli attacchi si sono concentrati su una strada che conduce a Tripoli, a 50 chilometri dalla capitale. I ribelli, che ora dispongono delle armi fornite da Nicolas Sarkozy, hanno attaccato e preso le postazioni dei lealisti nella zona di Gualish. Secondo quanto si è appreso sono stati catturati diversi mercenari che provengono da Ghana e Mali.

La battaglia - Sempre nella mattinata di mercoledì si è avuta la notizia di intensi bombardamenti delle truppe nato e di scambi di colpi di artiglieria tra gli insorti e le truppe del Colonnello. Dopo sei ore di battaglia i ribelli hanno conquistato anche il villaggio di al-Qawalish nel meridione. Segnali che hanno fatto ben sperare il segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, che ha spiegato nel corso di una conferenza stampa: "Gheddafi perde terreno ogni giorno, per lui è game over".

Incontro a Bruxelles con gli insorti - Il coordinamento tra le forze Nato e i ribelli si fa sempre più stringente. Il Patto Atlantico ha fatto sapere che il primo incontro ufficiale con la delegazione degli insorti si terrà il prossimo 13 luglio a Bruxelles. Gli ambasciatori dei 28 Paesi della Nato terranno quelli che sono stati definiti "colloqui informali" con la delegazione condotta da Mahmud Jibril, il leader del Consiglio Nazionale Transitorio. Il Cnt ha elaborato un piano per il passaggio verso la democrazia in Libia, e Jibril lo presenterà proprio a Bruxelles.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gemini24

    08 Luglio 2011 - 15:03

    oltre che delle armi, dispongono anche di soldati francesi su territorio libico. L'impudenza non ha limiti

    Report

    Rispondi

  • autores

    06 Luglio 2011 - 17:05

    Gheddafi in Tripoli sta dimostrando di essere il Padrone assoluto della Patria di cui appunto anche e' il padrone comunque nel resto del popolo della Libia di cui i ribelli estremati sono definiti in linee e non con il proprio popolo nella Libia a differenza da Gheddafi. W Gheddafi. Gheddafi pare bene meritevole di avere un sito pubblico alla diffusione e alla comunicazione coi propri alleati di cui la notizia li riporta in Diplomazia. tutti hanno diritto alla propria scelta.

    Report

    Rispondi

blog