Cerca

Gheddafi: "Regime non cadrà. Martiri libici in Europa"

Il Colonnello torna a farsi sentire. Intimidazioni e minacce a Nato e Occidente. Nel mirino Sicilia, Canarie e Spagna

Gheddafi: "Regime non cadrà. Martiri libici in Europa"
A quasi quattro mesi dall'avvio dei raid Nato sulla Libia Muammar Gheddafi torna a farsi vivo in un messaggio audio in cui ribadisce, per l'ennesima volta, che il "regime non cadrà", perché, " è basato sul popolo non su Gheddafi". Il Colonnello è tornato anche ad intimare all'Alleanza atlantica di porre fine ai bombardamenti aerei perché, "si sbagliano se pensano di riuscire così a fare cadere il regime in questo Paese". Non smettono le minacce anche sul fronte europeo, dove Gheddafi ordina di "inviare centinaia di martiri libici" e ribadisce che sarà una rappresaglia "occhio per occhio, dente per dente". Il messaggio, trasmesso dalla tv di Stato, era diretto a circa 50 mila fedelissimi che hanno manifestato a sostegno del Colonnello a Sabha, che dista 750 km da Tripoli. Nel mirino di Gheddafi ci sono la Sicilia, le Canarie e l’Andalusia nel sud della Spagna.

Le urla del colonnello -
"I nemici della gente saranno calpestati dalle masse. Collaboratori e traditori a occidente e oriente saranno vinti, la Nato sarà schiacciata sotto i piedi delle masse, della libera gente della Libia". Così Muammar Gheddafi in un messaggio audio trasmesso dalla televisione libica, ha attaccato chi lo vuole destituire dal potere, annunciando con urla e fare concitato, la sconfitta della Nato e dei nemici. Dopo la trasmissione del messaggio, a Tripoli si sono uditi spari, presumibilmente per festeggiare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jerico

    13 Luglio 2011 - 11:11

    Premetto che questo conflitto con la Libia ,è stato inopportuno e controproducente.Non era Gheddafi che bisognava destabilizzare ,e neanche Ben Alì e Moubarack ( ma che gli è preso agli americani ?).Il leader libico aveva dimostrato di ''aver messo la testa a posto'' , rinunciando al nucleare, ai missili,alle armi batteriologiche,in poche parole a disarmare, ed invece quei fessi di americani(che non capiscono nulla di politica estera),si sono imbarcati in questo nuovo conflitto, coinvolgendo anche l'Italia, che poco prima ,a Roma aveva steso un tappeto rosso a Gheddafi. Se non si trova una soluzione a breve termine, c'è un solo modo di bloccare i flussi nordafricani, (inutile fare gli ipocriti), occupare militarmente la Libia (anche se per breve tempo), e pattugliare le coste libiche con navi da guerra.Si è visto ,comunque, in questi giorni, che di mezzo c'è anche la ciminalità organizzata, che per ogni emigrante introita mille euro,è diventato ormai un business.

    Report

    Rispondi

  • autores

    09 Luglio 2011 - 20:08

    a me sembra che della vita dei propri figli alleati a Gheddafi non importa niente. Non da alcuna importanza per se stesso,anche nel senso di territorio o vincita ma si e' messo contro a tutti senza guardare in faccia l'alleato. se crede di avere qualche cosa da me si sbaglia io sono verso l'Asia e ho dei contatti decisivi,per ora. Se Gheddafi colpisce me lui e' un traditore bello e vero della propria alleanza che ha da sempre. potrebbe anche cadere qualche Regime Islamico per sua colpa.

    Report

    Rispondi

  • migpao

    09 Luglio 2011 - 18:06

    ma questa volta lo capisco, tutti i torti non li ha.

    Report

    Rispondi

  • raucher

    09 Luglio 2011 - 17:05

    finora Ghedd ha sempre mantenuto le promesse.

    Report

    Rispondi

blog