Cerca

Pakistan, Karachi nel caos Violenze etniche: 27 morti

La città nel Sud del Paese sconvolta dagli scontri politici e razziali. Solo nelle ultime 24 ore le vittime sono sedici

Pakistan, Karachi nel caos Violenze etniche: 27 morti
Sale ad almeno 27 morti il bilancio dell'ultima ondata di violenze a Karachi, città portuale del Pakistan meridionale, dove 16 persone sono morte nelle ultime 24 ore. Lo riferisce la tv locale Samaa, ricordando che le ultime tensioni a sfondo politico ed etnico sono scoppiate venerdì scorso. Intanto a Karachi, motore economico del Paese, sono state dispiegate centinaia di agenti di polizia e delle forze paramilitari nel tentativo di contenere le violenze. Secondo la Commissione per i diritti umani del Pakistan, 490 persone sono state uccise in omicidi mirati a Karachi dall'inizio dell'anno. Nel 2010 i morti furono 748. A inizio luglio un'escalation di violenze, scoppiata dopo l'uccisione di un attivista politico del partito nazionalista Awami, ha provocato oltre cento morti in pochi giorni. Il movimento Muttahida Quami (Mqm), che rappresenta la popolazione di lingua urdu, e il partito Awami, che rappresenta la popolazione che parla pashtu, si accusano rispettivamente di aver scatenato le violenze di inizio mese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog