Cerca

Nuove tensioni tra le Coree: spari dal Nord, Seul risponde

I colpi sono stati avvertiti nei pressi dell'isola di Yeonpyeong, al confine dalla Marina della Corea del Sud

Nuove tensioni tra le Coree: spari dal Nord, Seul risponde
Riesplode la tensione nel Mar Giallo a colpi di arma da fuoco tra le due Coree. L'incidente, nei pressi dell'isola di Yeonpyeong. La Marina della Corea del Sud ha sparato alcuni colpi in risposta a una raffica d'artiglieria della Corea del Nord, dove - secondo il governo di Pyongyang - erano in corso esercitazioni militari.

I 'colpi' della discordia -
Dalla Corea del Sud hanno spiegato che un colpo di artiglieria è caduto vicino al confine. Intorno alle 13, inoltre, la marina su coreana ha udito lo scoppio di tre colpi di artiglieria esplosi dalla Corea del Nord verso le acque dove corre il Northern Limit Line (Nll), che segna il confine tra i due Paesi. Un'ora più tardi, la reazione di Seul, che ha esploso tre colpi di avvertimento.

La tensione tra i due Paesi - "Crediamo - ha detto un esponente militare sud coreano all'agenzia di stampa - che un proiettile nordcoreano sia caduto nei pressi della Nll. Non abbiamo informazioni circa movimenti particolari dei militari nord coreani, ma manteniamo un atteggiamento difensivo". La zona è stata già più volte teatro di scontri. Solo lo scorso novembre, inoltre, la Corea del Nord bombardò l'isola di Yeonpyeong, uccidendo quattro sudcoreani, il che scatenò una pesante crisi diplomatica tra le due Coree.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • autores

    12 Agosto 2011 - 15:03

    ...ma l'Africa non ha dimostrato di credere in cio' che ha fatto.

    Report

    Rispondi

  • johnnyct

    11 Agosto 2011 - 09:09

    Pyongyang non cesserà di compiere questi atti per mantenere alta la tensione, è tutto nel suo interesse. Ne ha estremo bisogno per continuare a poter trattare con il sud che spesso gli fornisce combustibile in cambio della diminuzione di armamenti anche su spinta Usa, e a mio modesto parere non apprezzando le relazioni tra Cina e Usa cerca di tirare un pò la corda per non perdere il suo alleato che è sempre più essenzia. La corea del nord resta comunque l’esempio più riuscito nella storia di stato totalitario, a discapito dei cittadini nord coreani. Oltre ad essere l'unico paese in cui il presidente è un morto.

    Report

    Rispondi