Cerca

Obama: "Più tasse ai ricchi

per una sanità per tutti"

Obama: "Più tasse ai ricchi
Una manovra da 634 miliardi di dollari per la sanità. Nella sua prima proposta di legge di bilancio, che verrà presentata domani, il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama include misure per portare nell'arco di 10 anni ad un ammontare complessivo di 634 miliardi di dollari le spese governative per la copertura sanitaria. L'anticipazione arriva dal sito del New York Times, che cita fonti della amministrazione Obama.
Secondo gli esperti i 634 miliardi di dollari coprirebbero la metà della cifra necessaria a garantire l'assistenza sanitaria a tutti gli americani. La proposta di Obama, secondo quanto riportato sul sito del New York Times, prevede un mix tra riduzioni fiscale per il ceto medio e aumento della pressione fiscale per le categorie a reddito più elevato (non viene precisata la cifra). Nel suo intervento al Congresso l'inquilino della Casa Bianca aveva parlato di una riduzione fiscale per quanti abbiano un reddito inferiore a 250mila dollari l'anno.
La manovra  finanziaria prevede anche di estendere fino a oltre il 2010 la riduzione fiscale per 400 dollari all'anno prevista dal piano di stimolo approvato due settimane fa, e già trasformato in legge. In questo modo il presidente degli Stati Uniti intende ridurre il deficit americano di quasi due terzi nell'arco di quattro anni, portandolo dagli attuali 1.500 miliardi di dollari a 533 miliardi di dollari nel 2013.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo.Mandara

    27 Febbraio 2009 - 18:06

    ...Da prendersi assolutamente per le corna...cercando di eliminare i tempi morti della burocrazia (potrebbe essere questo uno dei motivi di novità ad innovare un nuovo sistema di rapporti ??). Sento che i lavori per il ponte di Messina dovrebbero prendere gli avvii per la fine del 2009, che i cantieri per la TAV Torino - Lione ancora da definire (?), che non c'è neppure fretta per gli inizi della costruzione delle quattro centrali nucleari (da ultimare entro il 2020)... quando tutto questo potrebbe essere accelerato per dare opportunità di lavoro anzitempo (già ma quanto tempo potrebbe passare soltanto per decidere i siti del nucleare ??). Anche gli stessi Tremonti bond,sembrerebbero avviati con un ritardo di circa sei mesi, rispetto ai tempi del crak Lehman Brothers. OK...che si possa attingere ai redditi più alti per ripianare precarietà (come già programmato dal neo presidente USA)...ma quando continuo a sentire la solita ricetta della "sinistra" (extra - parlamentare)che da mesi continua a battere il tasto della tassazione di rendite finanziarie (borsistiche?),quando sappiamo che le Borse mondiali stanno soffrendo al limite delle lacrime e anche di più.Ci sarebbero,poi,da capire le raccomandazioni del ns. Premier sulla tenuta di titoli come ENEL ed ENI,...quando nella stessa mattinata del 27/02 dell'annuncio di sgravi sulle bollette dei più bisognosi, il titolo ENEL è arrivato a perdere l' 8% ?? Oltre le perdite delle settimane passate. Infine, non capisco perchè, per fare cassa, non si pensi a limare (tagliare) tutto quello che è spesa eccessiva e che grida vergogna, come le recenti spese di "San Remo" e di tutte quelle nicchie privilegiate e superflue e che continuano a sopravvivere contro la logica. Il 2009 ci riserverà...ricche emozioni ?? Saluti Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • 2009SP

    27 Febbraio 2009 - 10:10

    Incredibile: più realisti del re.

    Report

    Rispondi

  • ghorio

    26 Febbraio 2009 - 20:08

    Anche se personalmente tifavo Mccain, condivido il provvedimento di Obama che assicura l'assistenza sanitaria ai più poveri. Un grande Stato come gli Stati Uniti sugli aspetti sanitari ha fatto spesso registrare carenze sul piano assistenziale. La salute infatti deve essere salvaguardata per tutti, anche e soprattutto per chi non ha i mezzi finaziari. Quanto agli altri provvedimenti di Obama sulla riduzione fiscale per la classe media il governo italiano dovrebbe imitarlo. Infatti, nonostante i commenti dei politologi oramai da anni, evidenzino la penalizzazione della classe media, i provvedimenti tardano ad essere adottati. Il centrodestra su questo è molto carente, anche se le critiche mancano a livello di stampa, troppo presa ad informarci su Sanremo e sui vari spettacoli televisivi frivoli. Giovanni Attinà

    Report

    Rispondi

blog