Cerca

Letterman scherza su Al Qaeda "Morirà. Tagliategli la lingua"

Il conduttore tv americano è nel mirino dei terroristi. Minaccia di morte su un sito di militanti islamici. Preoccupazione dell'Fbi

Letterman scherza su Al Qaeda "Morirà. Tagliategli la lingua"
David Letterman "deve morire, dovete tagliargli la lingua". Non è uno scherzo e nemmeno parole forti usate per impressionare e intimorire, perchè chi le ha scritte, si sa, dice sul serio. Il noto conduttore televisivo americano è nel mirino dei terroristi islamici per aver fatto una battuta di troppo durante il suo David Letterman Show. Così un militante mussulmano ha fatto appello ai seguaci americani perchè ammazzino "questo ebreo che deve tacere per sempre". Lo ha reso noto, mercoledì sera, un gruppo di intelligence che monitora siti web estremisti, Site, spiegando che la minaccia di morte è comparsa su un sito online utilizzato da militanti. L'Fbi ha preso molto seriamente il messaggio. Dal canto suo, il portevoce del conduttore non ha voluto commentare la notizia, optando per il silenzio.

Minaccia di morte - "C'è tra voi un Sayyid Nosair al-Masri (che Allah lo protegga) per tagliare la lingua a questo umile ebreo e metterlo a tacere per sempre. Proprio come Sayyid (che Allah lo protegga) fece con l'ebreo Kahane", si legge nel messaggio firmato da Umar al-Basrawi, che si riferisce a Sayyid Nosair al-Masri, condannato per l'assassinio del rabbino Meir Kahane a New York nel 1990. Il comico Lettermann aveva scherzato sulla morte di Kashmiri, presunto leader di Al Qaeda ucciso in un raid americano in Pakistan nel giugno scorso, e con ciò "ha mostrato - dice l'esetnsore del messaggio - la sua natura maligna e il suo profondo odio per l'Islam e i musulmani, quando ha detto che Ilyas Kashmiri si è unito a Bin Laden". Per questo non esiste perdono, solo la morte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Fate

    19 Agosto 2011 - 15:03

    Siamo stufi di questa situazione con gli estremisti islamici. I paesi che hanno questa religione dovrebbero decidersi a essere i primi a schiacciare i fondamentalisti. Perchè causano problemi a tutti. In alternativa noi tutti dovremmo smetterla con questo tentativo di futile integrazione. Ci si integra con chi ha voglia di farlo, altro che moschee a Milano. Dovrebbero fare vedere loro per primi che non tollerano più questi individui. L'alternativa dovrebbe essere interrompere ogni rapporto commerciale e umano con chi è islamico. E poi basta rompere le scatole agli ebrei. Sopratutto considerando che la cosa comica è che cristiani, ebrei e mussulmani hanno lo stesso Dio, solo la dottrina/dogma cambia, e quella è scritta dagli uomini e non dagli Dei. Basta.

    Report

    Rispondi

  • jerico

    19 Agosto 2011 - 11:11

    Il mondo occidentale si trova in questa difficile situazione a causa della sua stessa ignavia. Non datemi del guerrafondaio, ma gli USA hanno fatto un errore strategico imperdonabile, perchè all'indomani dell'attacco alle Twin Tovers, avrebbero dovuto fare come fecero a Pearl Harbour ,dopo l'attacco del Giappone,distruggere alcuni paesi islamici(quelli più implicati nel terrorismo )) con un devastante attacco nucleare, .Russia e Cina ,di fronte alla determinatezza USA avrebbero abbassato la cresta, per non dire poi degli altri paesi islamici, gente vigliacca, che capisce solamente il bastone.

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    18 Agosto 2011 - 15:03

    Ci vorrebbero armi atomiche contro TUTTI i paesi islamici o,al limite,bombe al gas nervino...L'Occidente,a causa dei vecchi politici che pensano solo ai "vernissage",alle "serate di gala" ai concerti e ai bunga-bunga party, è diventato come una baldracca da angiporto con le gambe aperte dove tutti entrano e si divertono....Israele viene attaccata giornalmente,e nessuno fa niente,Lampedusa assiste ogni giorno all'invasione di 3000-4000 arabi-mediorientali soldati di Allah,e tutti muti e zitti....Adda veni' o' baffone con le stellette...allora si che saranno cactus !

    Report

    Rispondi

blog