Cerca

Cina, repressione più facile Legale far sparire dissidenti

Pechino vuol modificare il codice: potrà "sequestrare" attivisti scomodi per 6 mesi senza avvertire le famiglie

Cina, repressione più facile Legale far sparire dissidenti
I desaparecidos cinesi ora saranno "legali". Il governo cinese sta infatti mettendo a punto una revisione del codice penale che renderebbe possibili le "scomparse" dei dissidenti politici. In questo modo, lo strumento di repressione principale del regime comunista di Pechino diventerebbe ufficiale in tutto e per tutto. Gli emendamenti proposti alla legge prevedono l'istituto della "residenza sorvegliata", una variante degli arresti domiciliari che consente alla polizia di detenere per sei mesi i cittadini scomodi in località di sua scelta senza l'obbligo di renderle note alle famiglie degli stessi "prigionieri". Niente di nuovo, in realtà, vista che la stessa sorte è toccata fino alla fine di giugno all'artista e attivista per i diritti civili Ai Weiwei. L'avvocato Gao Zhisheng, invece, manca all'appello da un anno. Le "sparizioni" politiche sono aumentate a partire dall'inizio dell'anno, causa i timori del governo che la primavera araba potesse attecchire anche in Estremo Oriente. Per questo, dissidenti come l'avvocato Teng Biao e lo scrittore Yu Jie sono misteriosamente spariti per mesi, interrogati e intimiditi dalle autorità. Secondo Nicholas Bequelin, ricercatore di Human Rights Watch esperto della Cina, gli emendamenti sono in contraddizione con gli obblighi che la Cina ha assunto firmando la Convenzione Internazionale sui Diritti Civili e Politici. Pechino ha sottoscritto la Convenzione nel 1998, ma l'Assemblea Nazionale del Popolo, il Parlamento cinese, non ha peraltro ancora ratificato l'adesione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • beylerbey

    29 Agosto 2011 - 11:11

    1,5 miliardi persone: 350 milioni circa hanno 1 tenore di vita simile a quello italiano o francese. Il resto continua a vivere con 1 pugno di riso.Mantenere il + possibile questo "status quo" è importante x continuare a gestire un paese altrimenti molto difficile da governare.I capitali cinesi hanno ormai acquistato tantissime aziende e territori in tutto il mondo,hanno avviato una colonizzazione economico-finanziaria che non ha eguali nella storia degli ultimi 2000 anni.Nemmeno i romani avevano tali e tanti interessi e su territori così vasti.Molto probabile che fra qualche anno (ma non tantissimi,poi) io venga ricevuto da 1 qualsiasi direttore di filiale di banca con gli occhi a mandorla,o che vada in comune x 1 stato di famiglia e trovi un parente del sopra citato.E' 1 nuovo colonialismo:gli USA sono impotenti,hanno troppi debiti (in mano ai cinesi)x poter alzare la testa e fare la voce grossa.L'europa? Non ha i numeri x contrastare.Cordialmente.

    Report

    Rispondi

  • giangi46

    28 Agosto 2011 - 17:05

    Come aiutare quella gente oppressa? Mi piacerebbe indire una manifestazione e immortalare i presenti e -sopratutto-gli assenti!Chissà se almeno coloro che gridano al degrado della democrazia con Berlusconi saranno presenti! Chissà se gli intellettuali della sinistra italietta degli anni 2000 sarebbero lì ad urlare la loro rabbia, come fanno in Tv quando parlano di libertà limitate e private durante questo regime di destra! Chissà se i tanti nemici di Berlusconi che urlano nei loro post agli articoli di Libero si degneranno di onorare il loro amore per la libertà del popolo cinese oppresso dal partito comunista cinese! Chissà perchè non commentano questarticolo!? Che gente,ragazzi!

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    28 Agosto 2011 - 16:04

    Eh, Sacconi, Brunetta,Berlusconi, PDL ?

    Report

    Rispondi

  • pietrafocaia

    28 Agosto 2011 - 10:10

    L'insopprimibile , l'immondo, l'inquietante, l'immortale, ma soprattutto, l'inutile desiderio di colui che, intossicato dai fumi dell'inesistente idea e del potere, si sente ancora frustrato, ferito, incapace, inadatto, idiota, incompreso, inadeguato, infelice, invidioso, immortale, indomabile e vuole annientare l'altro, per paura di qualche altra sberla sui denti. piazza tienamen insegna.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog