Cerca

Gheddafi è con Saif in Libia Familiari rifugiati in Algeria

Raìs a Bani Walid anche con Saadi, la moglie, Aisha e altri due figli oltreconfine. Khamis ucciso da un caccia Nato

Gheddafi è con Saif in Libia Familiari rifugiati in Algeria
Se il mistero sulla sorte di Muammar Gheddafi è ancora coperto, luce è fatta sui suoi familiari. La notizia della morte di Khamis ètrova sempre più conferme: una delle sue guardie del corpo avrebbe testimoniato l'uccisione. Mentre la moglie del leader libico Sofia, i figli Hannibal e Mohammed e la figlia Aisha, infatti, hanno trovato asilo oltreconfine, in Algeria. Ad annunciarlo è lo stesso  ministero degli Esteri del Paese specificando che i tre, accompagnati dai nipoti del Colonnello sono entrati "alle 8,45 locali (le 9.45 ora italian) attraverso il confine libico-algerino".  Un'ospitabilità, questa, giustificata ''da motivi umanitari'' dal momento che la figlia del Raìs,  Aisha, avrebbe appena partorito. Al fianco di Muammar, riparato a  Bani Walid, a circa cento chilometri a Sud-Est di Tripoli, invece sarebbero rimasti Saif al Islam, 'delfino' di Gheddafi, e Saadi. Intanto si fa sempre più stretta la morsa dei ribelli intorno al Raìs. Secondo il quotidiano 'al-Sharq al-Awsat', gli insorti avrebbero individuato il nascondiglio, probabilmente grazie alle indicazioni di  Muhammad Isawi, il generale dell'esercito di Tripoli molto vicino a Gheddafi arrestato nei giorni scorsi dai ribelli.

La morte di Khamis  -  Khamis Gheddafi, figlio del Raìs e comandante della temutissima 32/esima brigata che ha guidato l'ultima resistenza di Tripoli, sarebbe stato ucciso - durante la ritirata dalla capitale sulla strada verso Bani Walid  - da un elicottero britannico Apache che ha centrato con un missile la Toyota Land Cruiser blindata a bordo del quale si trovava. Lo ha riferito l'emittente britannica Sky News. Il reporter Staurt Ramsay, presente sul posto, riferisce che un uomo che afferma di essere una delle guardie del copro di Khamis, gli ha confermato la notizia. Il missile non solo ha incenerito la jeep ma anche appiccato il fuoco ad alcuni alberi vicini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    31 Agosto 2011 - 01:01

    comincia adesso......Di gente compromessa con il regime ce n'è parecchia.....

    Report

    Rispondi

  • autores

    30 Agosto 2011 - 17:05

    dare il nome di lealisti agli uomini di Gheddafy non e' regolare avendo considerato che Gheddafy ha colpito il proprio popolo il giorno stesso che porto' immediato cambio politico,avendo ancora in Libia l'Occidente che poteva grazie a Gheddafy.

    Report

    Rispondi

  • lorisvioni

    30 Agosto 2011 - 17:05

    Si fa molta fatica a credere a tutte queste stragi e tutte sempre e soltanto da parte di Gheddafy e dei suoi. Mai un filmato o un reportage serio. E gli altri, i ribelli, sono tutti angioletti. Se non fosse che effettivamente di morti ce ne saranno tanti, da tutte due le parti, specialmente sotto i bombardamenti, e che si é distrutto un paese intero - l'unico paese con livello di vita e di benessere a livello europeo - per il capriccio di Sarkosy e che quindi siamo di fronte ad una immane tragedia, si potrebbe dire che ormai siamo alla farsa. Non é più una guerra ma una caccia all'uomo. Ma il bello sarà il POI.

    Report

    Rispondi

  • balcazar

    30 Agosto 2011 - 12:12

    La Francia potrebbe sempre iniziare a bombardare l'Algeria, tanto lo fa per fini umanitari, tutto è lecito, oppure potrebbe mandare in missione il prode DSK a violentare le algerine, chissà magari lo tengono impegnato per un po'. Resta il fatto che in sei mesi hanno solo massacrato i libici e Gheddafi entra ed esce dalla Libia come crede, un successone!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog