Cerca

Bebè su misura entro il 2010

Clinica Usa verso l'eugenetica

Bebè su misura entro il 2010
Si potranno scegliere i capelli, gli occhi, il colore della pelle, come i bambolotti al supermarket. L'incubo dei bambini su misura, embrioni selezionati sulla base di tratti fisici, si materializzerà entro il 2010: una clinica per la fecondazione assistita statunitense offre infatti la possibilità di selezionare i tratti fisici del bebè. Si tratta dei Fertility Institutes di Los Angeles diretti da Jeff Steinberg. «Non direi che è una strada pericolosa - è la dichiarazione di Steinberg su BBC online - ma piuttosto una strada irregolare», quella di selezionare gli embrioni per motivi non solamente di salute ma puramente estetici. Delle coppie potrebbero volere un figlio dalla carnagione più scura per evitargli il rischio melanoma, ha aggiunto Steinberg, o più semplicemente potrebbero preferire un colore di capelli piuttosto che un altro. La clinica Usa già permette alla coppia di scegliere il sesso del nascituro. La clinica statunitense dice di poter selezionare alcuni tratti somatici tramite la diagnosi preimpianto usata proprio per prevenire la nascita di bebè gravemente malati. Oggi la clinica offre già un servizio per la scelta del sesso del nascituro. E assicura che con una batteria di test genetici potrà permettere la selezione di un bebè con un certo colore di capelli o occhi o con una precisa carnagione. «Ma non tutte le coppie saranno considerate adatte a questo tipo di test», nè la clinica dà garanzia assoluta di successo, si legge in un comunicato pubblicato di recente sul sito della clinica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • enricosecondo

    02 Marzo 2009 - 19:07

    Avere un bambino bello, sano, intelliGente è il sogno di ogni genitore. Oggi sopravvivono un numero altissimo di bambini che nei secoli passati morivano di ogni tipo di malattia, anche la più banale e nessuno si è strappato i capelli. Se oggi la tecnica mette a disposizione una scelta non vedo lo scandalo.

    Report

    Rispondi

blog