Cerca

Libia, ultimatum è scaduto: assalto ribelle a Bani Walid

Attacco finale per presa di una delle ultime roccaforti di Gheddafi. Il negoziatore: "Noi controlliamo la periferia. Ora verso centro"

Libia, ultimatum è scaduto: assalto ribelle a Bani Walid
L'ultimatum è scaduto. I ribelli in Libia faranno scattare l'assalto finale per la presa di Bani Walid. I comandanti del Cnt vogliono cancellare una delle ultime roccaforti di Muammar Gheddafi. La notizia è stata confermata dal negoziatore dei ribelli, Abdallah Kanshil, che ha sottolineato come gli insorti vogliano assolutamente scongiurare il coinvolgimento dei civili nello scontro.

Missili grad -
"Controlliamo la periferia della città ma attendiamo gli ordini per muovere verso il centro", ha spiegato Kanshil. Le forze dei fedeli del Colonnello controllano soltanto alcune parti della cittadella inerpicata sull'altopiano. I ribelli hanno anche dato notizia della morte di tre combattenti e del ferimento di altri cinque per il lancio di missili grad da parte delle forze lealiste.

Lotta casa per casa - Così la battaglia a Bani Walid è iniziata: si combatte casa per casa da qualche ora prima della scadenza del termine fissato dal governo libico transitorio perché i bastioni lealisti si arrendessero, evitando così un bagno di sangue. Una fonte del Cnt ha sottolinato come si combatta anche attorno a Sirte, in risposta al fuoco dei razzi sparati dalle forze del Raìs.



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog