Cerca

Iran, impiccato a 17 anni Violata la convenzione Onu

Finisce appeso per aver ucciso il campione di pesi Rohollah Dadashi. Le ong insorgono: "Una vergona la condanna di minori"

Iran, impiccato a 17 anni Violata la convenzione Onu
Un'altra impiccagione nella terra di Ahmadinejad. Ma questa volta, ad essere finito nel braccio della morte, è stato un ragazzino di soli 17 anni, colpevole di aver ucciso il campione di sollevamento pesi iraniano Rohollah Dadashi, definito "l'uomo più forte dell'Iran". L'esecuzione, seguita in diretta da una grande folla, è avvenuta nella stessa via dove a luglio è stato commesso l'omicidio. Il giovane aveva tentato di dimostrare la sua innocenza sostenendo, durante il processo, di aver agito per autodifesa dopo una lite, ma senza successo. 

Rezione Ong - Inutili anche le condanne di Iran Human Rights (Ihr) e Amnesty International: "Condannare a morte minorenni è severamente vietato dai trattati internazionale ratificati anche dall'Iran", ha affermato il vice direttore di Amnesty per il Medio Oriente e il nord Africa, Hassiba Hadj Sahraoui. Ma la risposta del portavoce del pubblico ministero, Ali Ramezanmanesh, non ha lasciato nessun margine di speranza: "La legge prevede che sia la maturità religiosa il criterio e questa è calcolata sulla base del calendario lunare, perciò il condannato aveva più di 18 anni e non c'era alcun impedimento legale".
Intanto, secondo dati ufficiali, nel 2011 sono stata giuistiziani almeno altri due minorenni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • samuel80

    17 Aprile 2014 - 18:06

    Niente di nuovo sotto il sole.....e la folla che assiste all'evento ne certifica, in un certo senso, la regolarità. Se per loro va bene così, deve andare bene per tutti....Onu, Amnesty, etc compresi.

    Report

    Rispondi

  • cecilia07

    07 Marzo 2014 - 16:04

    Questo accadrà nel mondo occidentale se non porremo freno con decisione all'invasione degli islamici.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    22 Settembre 2011 - 18:06

    E che volete che sia?Laggiu' e la normalita'.Non preoccupatevi che ci pensa il grande Digiunatore-che forse è la volta buona che crepa--a mettere a posto le cose.

    Report

    Rispondi

  • raucher

    21 Settembre 2011 - 17:05

    che gli islamici anelano ad esportare ovunque mettano piede, per ridurci come loro , in arretrato di almeno 500 anni.

    Report

    Rispondi

    • kreep7777

      18 Aprile 2014 - 12:12

      Iraniani non sono islamici ma persiani, come gli ebrei non sono islamici...iraniano è persiano, lingua e cultura diversa rispetto agli islamici. se sono da condannare gli iraniani allora condanniamo anche gli americani ed i cinesi!

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog