Cerca

Gheddafi si rifà vivo alla radio "Morirò come un martire"

Nuovo messaggio del Colonnello: "Voglio andarmene da eroe". E ai fedelissimi: "Con la vostra lotta replicate i successi dei vostri avi"

Gheddafi si rifà vivo alla radio "Morirò come un martire"
Un nuovo messaggio di Muammar Gheddafi. L'ha diffuso attraverso la radio locale di Bani Walid, una delle sue ultime roccaforti lealiste, e ripreso dal sito internet della tv Al Libya, fedele al regime. L'ex dittatore libico afferma di essere ancora «sul terreno» e di voler morire come «martire». «Degli eroi hanno resistito e sono caduti come martiri, anche noi attendiamo il martirio», ha dichiarato Gheddafi, rivolgendosi ai suoi fedelissimi della tribù dei Warfalla, una delle più grandi della Libia, che da settimane combattono contro le forze del Cnt a Bani Walid, a 170 km a sud-est di Tripoli. «Con la vostra lotta, state replicando i successi dei vostri avi. Sappiate che sono sul terreno come voi», ha assicurato il rais in fuga. «Mente chi dice che Gheddafi si trova in Venezuela, o in Niger. Sono tra il mio popolo e i prossimi giorni riserveranno a questa cricca di servi uno choc inatteso»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • chiavari

    28 Settembre 2011 - 00:12

    Siamo d'accordo, sbrigati.

    Report

    Rispondi

  • Bobirons

    27 Settembre 2011 - 20:08

    Per il poco che so della lingua araba, uno dei tanti significati colloquiali della parola nel titolo sarebbe: Speriamo in Dio.

    Report

    Rispondi

  • Cesare Infedele

    27 Settembre 2011 - 18:06

    Ma quanto ci costerà questa guerra voluta da Francia e Inghilterra? Ma non avevamo già vinto? Doveva essere una guerra lampo. Ed io pago per Sarkò e Decamerone...non avevano altro a cui pensare? Giocare alla guerra per vendere aerei Mirage, Fregate Frem, elicotteri, che testati in un scenario di guerra si fanno pubblicità da soli. Ed noi paghiamo, tanto siamo ricchi sfondati. Loro hanno ancora le colonie da dove "strappano" gratis materie prime. E noi? Ci strappiamo i capelli tra noi.

    Report

    Rispondi

  • autores

    27 Settembre 2011 - 17:05

    Gheddafi era in uno stato di diperazione da non poterne piu' del proprio popolo e noi abbiamo creduto il contrario perche' siamo stanchi del popolo d'Italia,mica se ne scappato dall'Italia quello lì da disperato piu' dispertato possibile che sia esistito al mondo,chi avrebbe creduto in uno stato di disperazione di quel genere lì quando si sperava ma contro l'Italia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog