Cerca

Strateghe Candidata si mette a nudo per i voti La sinistra polacca rimane in mutande

Altro che puritani. I compagni di Varsavia, per vincere le elezioni, fanno spogliare una militante. Motivo? "Il programma non piace"

Strateghe Candidata si mette a nudo per i voti  La sinistra polacca rimane in mutande
Qui da noi la sinistra si strappa i capelli per il fantomatico Partito della Gnocca. In Polonia, invece, le gnocche di sinistra di strappano i vestiti per vincere le elezioni.


Lo spot - Katarzyna Lenart, 23, è una giovane studentessa di Scienze Politiche a Lublino ma è anche candidata per il partito Alleanza della sinistra (Sld) alle elezioni governative che si terranno domenica. Siccome la data si avvicina, e dai sondaggi non sembra che il programma elettorale sia stato preso in considerazione dagli elettori, la Lenart ha deciso di spogliarsi. Lo ha fatto nello spot che la vede protagonista e dove, poco prima di vederla come mamma l'ha fatta, compare la scritta "censurato" e lo slogan "Vuoi di più? Vota Sld. Solo noi possiamo darti di più".

I commenti - La sfrontata candidata ha commentato la trovata pubblicitaria così: "Visto che il mio programma elettorale non suscita interesse ho deciso di puntare sul mio corpo", aggiugendo di non avere paura delle sfide e di essere abituata a lottare per i suoi obiettivi. "Uno di questi - ha detto - è essere un buon politico, che con dedizione e resposabilità vorrebbe agire negli interessi di tutti i cittadini per il bene del nostro paese". I giovani, che sono il target a cui la ragazza mira, sembrano aver apprezzato quest'iniziativa. Un pò meno gli adulti, che giudicano la mossa "un mezzuccio per guadagnare voti".





Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blu521

    07 Ottobre 2011 - 19:07

    Ma se è così, non sono come li descrive nano frottolone. Mi ha colpito una cosa: il gesto eclatante è stato dettato dalla necessità di rendere piacevole il suo progetto politico. Cioè, in Polonia i candidati illustrano un programma e su quello chiedono di essere eletti, e quindi responsabili verso gli elettori. Come sono arretrati! Noi in Italia non votiamo nessun rappresentante, al più un programma che sappiamo già essere una presa in giro, ma, quel che più conta, votiamo un'ammucchiata. E gli eletti? Li indica qualcuno. Chi? Vallo a sapere. Meglio la nostra "democrazia", è più agile

    Report

    Rispondi

  • ateo39

    07 Ottobre 2011 - 19:07

    berlusconi docet.

    Report

    Rispondi

  • migpao

    07 Ottobre 2011 - 19:07

    ora tocca a Rosy Bindi. brrrr.......

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    07 Ottobre 2011 - 17:05

    divento polaco e ti voto.

    Report

    Rispondi

blog