Cerca

Inversioni La cattolica Polonia apre ai trans: la loro Luxuria in Parlamento si chiama Grodza

Per la prima volta un transessuale siederà sui banchi del parlamento polacco. All'anagrafe da pochi anni è donna

Inversioni La cattolica Polonia apre ai trans: la loro Luxuria in Parlamento si chiama Grodza
Anche la Polonia ha il suo Vladimir Luxuria. Si chiama Anna Grodzka ed è la capolista a Cracovia per il Movimento Palikot (MP), una nuova formazione radicale e fortemente anticlericale che ha ottenuto un grande consenso alle recenti elezioni politiche in Polonia. E' la prima volta che un transessuale entra a far parte del Srjm, la camera bassa del parlamento nazionale. E la storia non suona nuova ma ricorda di gran lunga quella che ha campeggiato tra i banchi di Montecitorio qualche anno fa. 

Anna era Ryszard - La Grodza ha 57 anni e prima di essere eletta svolgeva la professione di psicologa alternando quest'attività a quella di produttrice cinematografica. La neodeputata, che all'anagrafe è stata inizialmente registrata con il nome maschile di Ryszard, ha cambiato sesso solo da pochi anni. Attualmente Anna è presiedente della fondazione Trans-Fuzja che si batte per la parità dei diritti dei transessuali.

La sua elezione è stata annunciata dalla tv pubblica tvp che ha fornito anche i dati delle recenti votazioni: la vittoria del partito liberale di centro Piattaforma civile del premier Donald Tusk che ha sconfitto il partito conservatore di Jaroslaw Kaczynski, Diritto e giustizia,  con uno stacco di 10 punti percentuali. Il movimento Palikot, in particolare, fondato da un eccentrico impreditore che voleva scuotere la società polacca per tradizione coservatrice e cattolica, si è conquistata il 10, 01% dei voti piazzandosi davanti al Partito dei contadini (8,36%)  e all'Alleanza della sinistra democratica (8,25%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog