Cerca

Usa, strage in Alabama

Folle ammazza 11 persone

Usa, strage in Alabama
 In Alabama, nel sud degli Stati Uniti, uno psicopatico ha attraversato in auto due piccoli paesi aprendo il fuoco contro i passanti. Ha ucciso così undici persone, e alla fine della corsa si è suicidato. Tra le vittime la madre, i nonni e due zii dell'omicida; la moglie e il figlio di pochi mesi di un vice sceriffo. Il raptus del killer, un bianco intorno ai trent'anni, è cominciato a Samson, paese di tremila abitanti non lontano dal confine con la Florida, per finire dopo una ventina di chilometri vicino a una fabbrica a Geneva, altra piccola località. Prima di tutto ha ucciso sua madre, bruciandole la casa, poi è andato a cercare altri parenti, ma sparando a chiunque gli capitasse a tiro. La polizia ha riferito che il folle ha ucciso sei adulti e un bambino in tre diverse case nel territorio di Samson, prima di imboccare la Statale 52 aprendo il fuoco strada facendo: altre due persone sono state uccise a un distributore di benzina e davanti a una ferramenta. La mattanza è finita alla fabbrica Reliable Metal Products di Geneva, dove l'uomo ha sparato altri trenta colpi, ferendo il capo della polizia della città. «Poi è entrato nel complesso e dopo pochi minuti si sono uditi colpi d'arma da fuoco. Le forze di polizia lo hanno trovato morto» ha detto l'agente Steve Jarrett. In Alabama sono arrivati anche i detective dell'Fbi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog