Cerca

Gheddafi è stato ucciso Catturato da vivo: il video

Caccia terminata: il Colonnello è morto a Sirte dopo aver implorato: "Non sparate". Cadavere oltraggiato. Berlusconi: "La guerra è finita"

Gheddafi è stato ucciso Catturato da vivo: il video
Muammar Gheddafi è morto. Ad ucciderlo, nel suo rifugio di Sirte, città natale dell'ex dittatore della Libia, sarebbe stato un 18enne mebro delle milizie del Consiglio nazionale di transizione.  In un primo momento si era parlato della sua cattura e si era detto che fosse gravemente ferito, ma successivamente la tv Al Arabiya ha diffuso la notizia della sua morte. Il corpo di Gheddafi è stato poi portato a Misurata dai ribelli del Cnt. Secondo lo stesso Consiglio nazionale, il Raìs sarebbe morto accidentamentalmente durante uno scontro a fuoco tra i suoi sostenitori e i ribelli, mentre secondo Parigi sarebbero stati aerei francesi a bloccare il convoglio di Gheddafi in fuga da Sirte, permettendo poi la sua cattura. Non appena appresa la notizia, il premier italiano Silvio Berlusconi ha commentato: "Sic transit gloria mundi, adesso la guerra è finita".

Giallo sulla morte - Per il momento di certo c'è solo la morte del Raìs. Sul come, è giallo. Al Jazeera sostiene che l'ex leader sarebbe stato ucciso da un raid della Nato. Altre versioni riferiscono che Gheddafi sarebbe stato catturato in una buca a Sirte e davanti ai combattenti del Cnt avrebbe urlato: "Non sparate, non sparate!". Con lui sarebbe stato bloccato anche il figlio Mutassim e il potente capo dei servizi segreti dell'ex regime Abdallah Senoussi. La tv Al Arabiya riferisce anche che a Sirte sono stati arrestati anche il ministro dell'Istruzione dell'ex regime Ahmed Ibrahim e uno dei consiglieri di Mutassim. Secondo la versione più accreditata, il Raìs sarebbe stato invece catturato durante la fuga dalla sua città natale, Sirte, ostacolata dai raid Nato e conclusa con l'intervento dei ribelli.

Il diciottenne - Anche dopo la cattura la ricostruzione dei fatti è confusa. Molte le versioni sugli ultimi istanti di vita del Colonnello. Un medico che ha potuto vedere il cadavere a Misurata racconta che Gheddafi è morto in seguito alle ferite letali riportate alla testa e allo stomaco. Il corrispondente della Bbc da Sirte, riferisce invece di aver parlato con Ahmed Al Shibani, il ribelle di appena 18 anni che dice di aver scovato Gheddafi e che ha mostrato al mondo la pistola d'oro che avrebbe sottratto all'ex Rais. Il giovane racconta che Gheddafi era nascosto in una buca nel centro di Sirte e che l'ex leader libico lo ha supplicato di non sparare.

Versioni contrastanti - L'ex dittatore libico era in fuga da settembre. Si nascondeva a Sirte, l'ultima roccaforte, la sua città natale.  L'assalto finale alla città è scattato alle otto di giovedì mattina e si è concluso circa 90 minuti più tardi. Appena prima dell'offensiva, circa cinque camionette cariche di lealisti di Gheddafi hanno cercato di lasciare la città verso la strada costiera, ma sono stati fermate a colpi d'arma da fuoco dalle milizie del Cnt.  E sin dalla caduta di Sirte le notizie sulla morte di Gheddafi si sono caoticamente inseguite. "E' stato arrestato - aveva detto in un primo momento un comandante delle forze del Cnt - ed è stato gravemente ferito ad entrambe le gambe ma respira ancora". Altri riferivano che Gheddafi era stato catturato in una buca a Sirte, dove avrebbe urlato: "Non sparate, non sparate". In serata, le ultime due versioni non necessariamente contrastanti, quelle del Cnt e dell'Eliseo.

L'oltraggio - Il cadavare di Gheddafi è stato calpestato dai ribelli, che per festeggiare hanno sparato colpi di arma da fuoco in aria ballando e schernendo il Raìs. L'estremo oltraggio, però, sarebbe arrivato pochi istanti prima della morte, con l'ex dittatore schiaffeggiato dagli insorti.

I figli del colonnello - Incerte le sorti dei figli di Gheddafi. Secondo un comandante del Cnt Mutassim sarebbe stato ucciso anche lui a Sirte, mentre cercava di resistere agli uomini che lo avevano catturato. In realtà la notizia potrebbe essere smentita da un video in possesso della Reuters, in cui lo si vedrebbe coperto di sangue ma vivo. "Notizie non confermate indicano che convoglio di Saif al-Islam Gheddafi (l'altro figlio, ndr), fuggito da Sirte, è sotto bombardamenti" sostiene invece Jibril a proposito dell'altro figlio di Gheddafi, durante una conferenza stampa a Tripoli.

Esplode la festa a Tripoli - Da Tripoli, subito dopo la notizia della morte di Gheddafi, sono arrivate scene di giubilo: caroselli di automobili, suono di clacson, uomini che ballavano in strada impugnando i mitra. Gioia e festeggiamenti anche in altre città della Libia. "E' una grande vittoria per il nostro popolo", ha dichiarato il ministro dell'Informazione, Mahmoud Shammam. Si è poi appreso che nelle prossime ore il Consiglio Atlantico potrebbe riunirsi a livello di rappresentanti permanenti per fare il punto sulla missione in Libia e sull'eventuale stop alle operazioni. Lo hanno riferito fonti diplomatiche secondo le quali tutto dipenderà dalle comunicazioni ufficiali che verranno diramate dal Cnt nelle prossime ore.

La presa di Sirte - Nella sparatoria sono morti almeno una ventina degliuomini rimasti fedeli al Colonnello. Terminata la battaglia, gli insorti hanno iniziato a rastrellare case ed edifici in cerca di altri combattenti dell'ex regime che potevano essere rimasti nascosti in città. Almeno 16 lealisti di Gheddafi sono stati catturati, mentre sono state sequestrate ingenti quantità di munizioni e camion carichi di armi Con la presa della città la guerra di liberazione si può considerare conclusa anche se l'ex rais Gheddafi, il figlio Saif al islam e altre figure di primo piano del regime sono ancora in fuga. Al Jazeera cita le parole del colonnello Yunus Al Abdali, capo delleoperazioni militari in città «Sirte è stata liberata. Non ci sono più forze di Gheddafi in città. Stiamo dando la caccia ai suoi miliziani che tentano la fuga». Le forze del governo di transizione della Libia hanno detto oggi di aver catturato le ultime posizioni tenute dai fedelissimi di Muammar Gheddafi a Sirte, città natale del deposto leader."Sirte è stata liberata. Non ci sono più forze di Gheddafi", ha detto il colonnello Yunus al Abdali, capo delle operazioni nella parte orientale della città. "Ora stiamo rincorrendo i suoi combattenti che cercano di scappare". Negli scontri è stato ucciso anche ministro della Difesa del regime di Muammar Gheddafi, Abu Bakr Younes.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • the_stealther

    22 Ottobre 2011 - 00:12

    Perché non ve ne andate ad argomentare su Indymedia? E' la fogna giusta per tutti voi... e fareste finalmente un'opera buona: togliervi dalle scatole!

    Report

    Rispondi

  • the_stealther

    22 Ottobre 2011 - 00:12

    scherzi o deliri?

    Report

    Rispondi

  • the_stealther

    22 Ottobre 2011 - 00:12

    Un dittatore sanguinario è morto... non piangerò certo la sua triste sorte. Stiamo a vedere chi subentrerà e come governerà. Spero di sbagliarmi, ma ho la sensazione che non sia ancor finita e che i veri guai stiano per iniziare. saluti

    Report

    Rispondi

  • cavallotrotto

    21 Ottobre 2011 - 11:11

    era un tiranno , verità sacrosanta , aveva ucciso , tormentato , schiavizzato e chi più ne sa lo scriva , ma per onor del vero ho visto le scene dove schiaffeggiavano ( si fa per dire ) un corpo agonizzante . era disgustoso . mi chiedo a questo punto ma questi musulmani che si dichiarano i migliori , si rendono conto di essere degli animali come gli altri se non peggio . Non provo pietà per nessun terrorista , per donne ammazzate come cani , per violentatori , però ho detto una preghiera , ammesso che l'eterno esista , ormai è in quel posto . ho sentito commenti di giornalisti esperti . la libia è una accozzaglia di tribù , e come affermava il giornalista Cristiano allam ( non ricordo mai come si scrive ) alqaida prenderà il potere e guerre interne ci saranno ancora , finchè tornerà un altro tiranno a portare una finta pace . è la storia , cari signori , sono solo i cardinali e la caritas che li elogiano , poveri cocchi , cristiani mettetevi a 90 gradi e ringraziate halla

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog