Cerca

"Steve Jobs rifiutò di operarsi" Preferiva dieta e spiritualisti

La biografia di Walter Isaacson: "Nel 2003 disse no alle cure anti-cancro, si fidava del macrobiotico". Poi si convinse, tardi

"Steve Jobs rifiutò di operarsi" Preferiva dieta e spiritualisti

Steve Jobs rifiutò per nove mesi l'intervento chirurgico che avrebbe potuto salvargli la vita. Mr. Apple, scomparso lo scorso 5 ottobre, scelse di curare il suo tumore al pancreas con la medicina alternativa, andando contro il volere di familiari e amici. E quando decise di sottoporsi al bisturi, ormai era troppo tardi. Lo rivela Walter Isaacson - direttore dell'Aspen Institute e giornalista del Time - nel corso di una intervista a 60 minutes della Cbs, in cui ha presentato la sua biografia su Steve Jobs, l'unica autorizzata dal guru della Silicon Valley, in uscita il 24 ottobre prossimo. Prima di essere operato, dice Isaacson, Steve "ha provato con la dieta, con gli spiritualisti e il macrobiotico". Non voleva, spiega, che il suo "corpo venisse aperto".

Jobs vittima dei bulli a scuola - Il libro, tratto da più di quaranta colloqui personali con il visionario di Cupertino e più di cento interviste a familiari, amici, rivali e colleghi, rivela anche altri dettagli sulla vita di Jobs. Come quando incontrò il suo padre biologico senza saperlo. Oltre che la sua lotta contro i bulli che a scuola lo perseguitavano. E le continue diete non convenzionali provate da adolescente.

La stanza dove è nato l'iPad - Nella biografia, Isaacson descrive anche la fucina delle idee Apple, il luogo dove si è realizzata per 15 anni la sinergia tra Ive e Jobs e sono nate tante creature come l'iPod, l'iPhone e l'iPad: "Uno spoglio ambiente industriale, con un arredo grigio metallo. Dall'esterno le foglie degli alberi proiettano sulle finestre scure mutevoli giochi d'ombra e luce. In sottofondo musica techno e jazz".

Seicento pagine - Il tutto raccolto in un testo di 600 pagine. In Italia il libro è pubblicato da Arnoldo Mondadori (negli Stati Uniti da Simon & Schuster, che ha deciso di anticipare l'uscita dal 21 novembre al 24 ottobre) e costa 20 euro. In copertina c'é una delle più celebri foto in bianco e nero di Steve Jobs, quella messa dal sito della Apple, il giorno della sua morte.




Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog