Cerca

Beffati Merkel tradita da Twitter e portavoce Clicchi su un suo link e vai a un sito porno

Steffen Seibert ha twittato un comunicato della Cancelliera. Ma l'indirizzo rimandava a un portale zeppo di filmini a luci rosse

Beffati Merkel tradita da Twitter e portavoce Clicchi su un suo link e vai a un sito porno
Galeotto fu l'uccellino di Twitter. Steffen Seibert, da un anno portavoce del governo tedesco, ha twittato un comunicato stampa della cancelliera Angela Merkel. Il link, però, non parla di bund, misure anticrisi o politica estera. Ma rimanda a un sito a luci rosse.

Il sito a luci rosse - Nei giorni scorsi, l'ex mezzobusto della televizione tedesca con il suo iPad ha postato un messaggio su Twitter con un link che rimandava al comunicato stampa sul portale del governo: "Con la giornata di oggi si è aperta finalmente la strada per un nuovo inizio democratico con la Libia. La Germania è pronta ad aiutare". Ma cliccando sul link, i quasi 40 mila followers di @RegSprecher venivano indirizzati a un sito specializzato in filmati porno. Niente Gheddafi, quindi, ma solo donne poco vestite.

Seibert vittima della Rete - In realtà Seibert sarebbe finito nella trappola di alcuni navigatori del social network, che si sono divertiti a mettere a segno l'imbarazzante gaffe. Si è scoperto che il 51enne portavoce, invece di un semplice copia-incolla, ha digitato manualmente l'indirizzo web. Sbagliando. Per cui in un primo momento il link rimandava a una pagina vuota. A questo punto, come racconta il sito Netzpolitik, qualche navigatore avrebbe scoperto l'errore, dando all'indirizzo difettoso una nuova pagina d'arrivo: un portale zeppo di filmini a luci rosse. La nota di Seibert è stata prontamente cancellata per salvare l'immagine della cancelliera Angela Merkel. Ma la Rete, si sa, è più veloce. E alcuni blogger sono riusciti a fare uno screenshot e a immortalare la gaffe. Povera Angela. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • migpao

    27 Ottobre 2011 - 18:06

    alla kulona hanno fatto proprio uno scherzetto simpatico, sarà stato il berlusca.

    Report

    Rispondi

  • alphacento

    27 Ottobre 2011 - 09:09

    è si Brutus, non-nino deve essere per forza comunistà per difendere la Merkel. Si sa infatti che lei sia un icona del movimentoc comunista mondiale. Non a caso fa parte del CDU (Communismus Demokratische Union forse??). È si lei e non.nino devono essere per forza di sinistra!

    Report

    Rispondi

  • brutus

    26 Ottobre 2011 - 21:09

    Lascia stare, nonnino, tempo perso, se tu avessi una "mente" non avresti scritto una simile boiata. Mettiti il cuore in pace e pensa alla prossima festa dell'unità.

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    26 Ottobre 2011 - 17:05

    troppo forte! Immagino la faccia di chi clicca sul sito della Merkel con una trascendente passione politica e zac... si trova di fronte ad un sito porno che più porno non si può. La fantasia "commerciale" globalizzata ha fatto un salto di qualità perchè poi il 90% resta sul sito porno e dimentica la Merkel e tutta la congrega europea!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog