Cerca

I tunisini liberati da Ben Ali hanno paura degli islamici

Rivolta contro il parito di ispirazione musulmana che ha vinto le prime elezioni libere dopo il crollo del regime

I tunisini liberati da Ben Ali hanno paura degli islamici
La Tunisia libera da Ben Ali è piombata nell'incubo. Dopo la vittoria del partito islamico an-Nahda è scoppiata la rivolta a sud di Tunisi. Secondo quanto riporta la stampa locale, un gruppo di  manifestanti ha attaccato la sezione locale del partito guidato da   Rashid Ghannouchi e poi ha devastato la sede del comune e distrutto   alcuni negozi. I manifestanti hanno tentato anche di assaltare la sede  della prefettura senza riuscirci.

 Tra i manifestanti c'erano anche i sostenitori del leader della   lista Petizione popolare per la libertà, la giustizia e lo svilppo,  Hechmi Haamdi, ex esponente islamico a capo della tv satellitare  al-Mustakillà che ha sede a Londra. Questa lista non ha ottenuto   alcun seggio nella provincia di Sidi Bouzid a discapito del partito   islamico. I manifestanti hanno scandito slogan molto duri nei   confronti di an-Nahdà e dei suoi leader, accusati di essere "servi   degli americani" e di aver vinto le elezioni "con i soldi del Qatar".  Dalla città di Sidi Bouzid è partita la   rivoluzione tunisina lo scorso 27 dicembre, quando un giovane   venditore ambulante di frutta si è dato fuoco per protesta,  scatenando una serie di manifestazioni che hanno portato alla caduta   del regime di Ben Ali il 14 gennaio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    03 Novembre 2011 - 14:02

    quei popoli sono bravi a fare guerre,urlare,spaccare tutto,ammazzare incendiare... poi invece di rimboccarsi le maniche per ricostruire casa loro pretendono di invadere l'Europa e di scroccare welfare a più non posso, di imporre la loro (mostruosa) cultura, fare danni, portare sporcizia,malattie&co...in sostanza far diventare l'UE come i loro paesi di partenza. Tanto quì ci sono fior di buonisti e multiculturalisti pronti ad accoglirli,coccolarli,difenderli. E il magistratume italiota che li assolve sempre e comunque.

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    30 Ottobre 2011 - 22:10

    ...brace? "Mal che se vol no dol".

    Report

    Rispondi

  • jerico

    29 Ottobre 2011 - 15:03

    c.v.d. (come volevasi dimostrare)! A meno che non ci siano stati brogli, questa è un'ulteriore conferma che la Democrazìa è incompatibile con l'Islam, quindi mettiamoci una pietra sopra e mandiamo a quel paese il multiculturalismo e l'integrazione , tanto cara alla nostra sinistra, che per arrivare a Palazzo Chigi ,avrà bisogno di milioni di voti ''africani'',perchè non ci saranno italiani che li voteranno.Detto questo, dal momento che Tunisia,Libia ed Egitto ,hanno abbattuto i loro despoti, è auspicabile che il Governo rimpatri immediatamente i cittadini di questi Stati,e finiamola con la''carità pelosa'' nostrana ed i fasulli asili politici, non hanno più ragione d'essere.Tutti a casa !Sarà difficile che dall'Italia levino le tende,.Non lo sapevate che in un comune della Toscana, gli extracomunitari sono ospitati in un albergo,con tanto di vitto ed alloggio gratuito,e che al mattino una specifica squadra è addetta a rifare i letti,perchè ''loro'' no lo vogliono fare?Che pacchia...!

    Report

    Rispondi

  • jerico

    29 Ottobre 2011 - 15:03

    c.v.d. (come volevasi dimostrare)! A meno che non ci siano stati brogli, questa è un'ulteriore conferma che la Democrazìa è incompatibile con l'Islam, quindi mettiamoci una pietra sopra e mandiamo a quel paese il multiculturalismo e l'integrazione , tanto cara alla nostra sinistra, che per arrivare a Palazzo Chigi ,avrà bisogno di milioni di voti ''africani'',perchè non ci saranno italiani che li voteranno.Detto questo, dal momento che Tunisia,Libia ed Egitto ,hanno abbattuto i loro despoti, è auspicabile che il Governo rimpatri immediatamente i cittadini di questi Stati,e finiamola con la''carità pelosa'' nostrana ed i fasulli asili politici, non hanno più ragione d'essere.Tutti a casa !Sarà difficile che dall'Italia levino le tende,.Non lo sapevate che in un comune della Toscana, gli extracomunitari sono ospitati in un albergo,con tanto di vitto ed alloggio gratuito,e che al mattino una specifica squadra è addetta a rifare i letti,perchè ''loro'' no lo vogliono fare?Che pacchia...!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog