Cerca

Il dramma unisce due sorelline Combattono il tumore al cuore

Due bimbe inglesi hanno sviluppato la sclerosi tuberosa, una rara sindrome legata al cancro. La madre: "Il loro amore le cura"

Il dramma unisce due sorelline Combattono il tumore al cuore
Si chiamano Charlie-Marie ed Emma Jean e sono due sorelline londinesi di 2 e 4 anni. I loro nomi sono balzati agli onori della cronaca (Il The Sun dedica loro un articolo) per una tragica fatalità che le accomuna: una forma di tumore al cuore che avrebbe dovuto ucciderle già da parecchio. I genitori delle bimbe, Heather e Andy,  avevano saputo del tumore della più piccola ancora prima del parto, ma avevano comunque scartato l'ipotesi dell'aborto, consigliata loro dai medici. Poco dopo la coppia aveva appreso che anche la figlia più grande era affetta dallo stesso tipo di malattia.

La sindrome rara - A peggiorare ultreriormente la già tragica situazione,  una malattia molto rara, la sclerosi tuberosa o sindrome di Bourneville-Pringle. che le due sorelline hanno sviluppato in seguito al tumore.  Le due bimbe per il momento stanno conducendo una vita normale, per quanto è loro possibile. "Credo che il loro amore reciproco le stia curando"- ha dichiarato la madre Heather al 'The  Sun' - "le mantiene forti. I medici le vedono così attive e in salute, e quasi non ci credono. Sono i miei piccoli miracoli".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • manuast

    13 Novembre 2011 - 18:06

    bello l'articolo, ma volevo precisare che il tumore al cuore non ha causato la sclerosi tuberosa!! ma il contrario alle bambine è venuto il tumore, che si chiama rabdodioma cardiaco, perchè nel loro DNA un gene (il tsc1 o il tsc2) è mutato e non ingrado di produrre o produrre poco delle proteine. Questa è la sclerosi tuberosa che non colpisce solo il cuore ma tutti gli organi. molte persone ci convivono e ci sono casi molto gravi o casi molto lievi dipende da dove questi "tumori" che in ogni organo assumono un nome diverso, nascono e dalla loro grandezza. per ulteriori info www.sclerosituberosa.org magni manuela - ASSOCIAZIONE SCLEROSI TUBEROSA onlus Italia- Coordinatrice regione Emilia Romagna IL MIO COMMENTO E' MOLTO SEMPLICE IO NON SONO UN MEDICO MA UN'AFFETTA DI ST!

    Report

    Rispondi

blog