Cerca

A 80 anni la pensione non basta La nonna diventa prostituta

Una anziana di Colonia in povertà dal 1980: prima si vende, poi lavora a una chat line erotica. Adesso ospita solo clienti scelti

A 80 anni la pensione non basta La nonna diventa prostituta
A vederla così con i suoi capelli bianchi e le sue piume di struzzo nero sembra nient'altro che una simpatica vecchietta di 80 anni. Ma sotto quell'aspetto rassicurante da nonnina chic, Hilda Breer nasconde un segreto. Da due anni l'anziana signora di Colonia si prostituisce (cosa per altro legale in Germania). A spingere la donna a intraprendere il mestiere più antico del mondo è la necessità economica. Nel 1980, infatti, aveva affidato tutti i suoi risparmi ad un parente che l'aveva derubata ed era scappato via con il malloppo. Da allora la donna, in passato attrice di soap opera, aveva avuto una serie di problemi economici che l'avevano portata a sopravvivere con circa 225 euro di pensione al mese. Che fare allora per arrotondare? Hilda non ci ha pensato due volte e due anni fa ha deciso di iniziare a lavorare in un club del sesso.

I clienti -  La scelta si è rivelata azzeccata. I clienti, tutti uomini anziani, sono arrivati a sborsare ben 140 euro per unanotte bollente con la nonnina (di questa cifra 60 andavano al gestore). "Per lo più vengono signori di mezza età che vogliono una donna esperta - ha dichiarato la vecchina - Sempre persone pulite ed educate. Il primo fu un cacciatore di 43 anni". L'età, però, si faceva sentire. Cosi la signora dopo un po', non trovando più le energie fisiche per lavorare, decide di darsi alle linee erotiche. Anche qui, però, ssubentrano alcuni incovenienti, a causa dei suoi problemi di udito che le impediscono di interagire in maniera 'efficace' con i clienti.

La figlia - Ora l'ex- attrice di televonelas vive con la figlia che l' aiuta anche economicamente e ogni tanto, per quanto le energie glielo consentano, arrotonda con qualche prestazione occasionale a clienti che riceve rigorosamente a casa . Ma anche questo non sembra bastare: "Spesso non arrivo a fine mese e per fortuna ho mia figlia che mi aiuta altrimenti non potrei neanche mangiare- racconta la donna - mi mancano molto le serate al cinema o a teatro, ma purtroppo non riesco a permettermele più".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog