Cerca

Fece una strage in Norvegia Forse ora esce dal carcere

Breivik ha confessato l'omicidio di 77 persone a Utoya, ma per gli psichiatri era "incapace di intendere e di volere"

Fece una strage in Norvegia Forse ora esce dal carcere

Lui ha confessato: sono stato io. Eppure non è considerato il responsabile. Stiamo parlando di Anders Behring Breivik, l'autore della duplice strage del 22 luglio a Oslo e Utoya, in Norvegia, che, se tutto venisse confermato, uscirà dal carcere per essere internato in una struttura psichiatrica. Proprio così perchè quelloc he nel comune sentire pare un mostruoso controsenso per legge è possibile e ragionevole. Breivik non può essere considerato responsabile della morte di 77 persone perché al momento del'attacco era "incapace di intendere e di volere". Lo sostengono i due psichiatri incaricati dalla corte distrettuale di Oslo di valutare il giovane fanatico di estrema destra, reo confesso di aver piazzato un'autobomba nel centro di Oslo e di essersi poi recato sull'isola di Utoya, dove si teneva il campo estivo dei giovani laburisti, aprendo il fuoco sulla folla.

Forse libero il killer di Utoya. Il video su LiberoTv

"Atroci ma necessarie" - Il giovane fanatico, apparso lo scorso 14 novembre di fronte al giudice Torkjel Nesheim Breivik, aveva ammesso di essere l'autore del duplice attacco ma si è rifiutato di dichiararsi colpevole, sostenendo che le sue azioni sono state "atroci ma necessarie". Se questa la perizia fosse confermata, ciò significherebbe che l'estremista di destra che ha ucciso 77 persone quattro mesi fa non può essere condannato a una pena detentiva, ma deve essere internato in una struttura psichiatrica.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • D.P.F.

    01 Dicembre 2011 - 10:10

    Che questo tizio sia un emulo di quei "soldati" che nel 45/47 fecero man bassa di pulizia politica nel nord Italia ? Forse gli dovrebbero dare una poltroncina di senatore, come fecero per l'assassino Moranino.

    Report

    Rispondi

  • ron22

    30 Novembre 2011 - 21:09

    E´ come in Unione Sovietica, tanto tempo fa. Ricordate "Arcipelago Gulag" e i milioni di internati per motivi psichitrici ai tempi di Stalin? In Svezia ed in Norvegia gli indesiderati passano per il manicomio. La Svezia e´ piena di mobbizzati che si sono bruciati sul lavoro e´ la nazione con il piu´elevato tasso di mobbing dopo il Regno Unito. Gli fanno un certificato e gli danno una pensioncina da quattro soldi. Il datore di lavoro e la societa´ se lo tolgono dai piedi . Non risultano nemmeno nelle statistiche di disoccupazione. Sono gli scarti della societa´ "evoluta" nordica. Il manicomio piuttosto che affrontare i problemi.

    Report

    Rispondi

  • Bobirons

    30 Novembre 2011 - 20:08

    che in casi come questo la pena di morte sia una giusta punizione. L'unico contraddittorio alla mia ipotesa che mi sentirei di accettare sarebbe un netto, e motivato, no dai genitori di una delle tante vittime di questo .... non trovo parola abbastanza dura per definire il mostruoso, infame pazzo.

    Report

    Rispondi

  • darkstar

    29 Novembre 2011 - 20:08

    Breivik é FILOEBRAICO: ha sempre dichiarato di essere antislamico e di lodare Israele per la lotta contro gli arabi. É tutto scritto nel suo testamento politico, alla nota4 della sua pagina di wikipedia

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog