Cerca

E' africano l'assassino di Rita l'italiana uccisa a Harlem

L'uomo, 41 anni dal Gambia, è stato rintracciato dalla polizia di New York dopo un'indagine sulle telefonate

E' africano l'assassino di Rita l'italiana uccisa a Harlem

La Polizia di New York ha arrestato l'assassino di Rita Morelli, la 36enne di Spoltore uccisa ad Harlem. Come si legge sul New York Daily News, si tratta di un 41enne di origini africane, Bakary Camara. L'uomo, originario del Gambia, è stato rintracciato ed identificato dopo un accurato lavoro di indagine sul cellulare della ragazza. Gli investigatori, infatti, avevano fra le mani la telefonata fatta al 911 che segnalava il corpo della ragazza all'interno del suo appartamento. A quel punto, hanno chiamato tutti i numeri trovati sul cellulare di Rita, ed alla fine sono arrivati a Camara, confrontando la sua voce con quella della telefonata anonima. Al telefono hanno cercato di convincerlo ad andare in una stazione di Polizia per alcuni effetti personali, riferisce il quotidiano statunitense, ma l'uomo non ha abboccato alla trappola e così gli agenti hanno fatto irruzione nel suo appartamento, non molto distante dalla cabina utilizzata per la chiamata anonima. Quando hanno bussato alla porta, non ha aperto e così l'hanno sfondata e lo hanno trovato sul divano con un coltello con l'intenzione di suicidarsi. Dopo averlo fermato, lo hanno arrestato ed a quanto pare ha confessato il delitto.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marcolelli3000

    01 Dicembre 2011 - 14:02

    e' condivisibile (se non altro in termini di cifre e dati) , ma in questo caso pare che si conoscevano, o addirittura sia stato un ex compagno. Ad ogno modo complimenti alla Polizia che ha arrestato il presunto colpevole in tempi brevissimi. Io sono addolorato per la nostra connazionale: vivo a New York da molti anni e posso dire che questo delitto ha suscitato sgomento sia nella comunita' Italo-Americana che in tutta Manhattan. Rimane un delitto assurdo, sembra passionale o di gelosia. Il presunto assasino avrebbe mostrato l'intenzione di togliersi la vita con un coltello , ma non l'ha fatto (chi lo vuol fare sul serio di solito lo fa). Per rispetto non approfondisco il mio pensiero sulle scelte della povera vittima. Che riposi in pace. Mi aspetto e auguro una punizione adeguata per l'assassino.

    Report

    Rispondi

  • meliodora

    01 Dicembre 2011 - 14:02

    Incredibile nella grande NEW YORK hanno trovato l'assassino di questa povera ragazza in pochi giorni. Noi abbiamo gente che ammazza e non riusciamo a trovare le prove, vedi caso Scazzi, Rea, Meredit K. ecc. No da noi nei paesini non riusciamo a scovare il colpevole ma nella grande New York si. Ma non vi sembra un po' strano????

    Report

    Rispondi

  • darkstar

    01 Dicembre 2011 - 12:12

    Chi l'avrebbe mai detto che nel paradiso multirazziale americano un africano avrebbe commesso un omicidio ? Negli USA i neri commettono il 60% di tutti i reati, il 50% di tutti gli omicidi ed il 70% di tutte le rapine ! Farli immigrare é una pura follia !

    Report

    Rispondi

blog