Cerca

Gaffe di Obama sul bowling

"Gioco come un disabile"

Gaffe di Obama sul bowling

Barack Obama chiede scusa agli handicappati. Il Franklin Delano Roosvelet del 2000, chiamato a rassicurare gli americani di fronte alla grave crisi finanziaria ed economica che sta mietendo vittime, ieri sera è apparso in tv, al Jay Leno Show, uno dei programmi che riscuotono maggiore successo negli Stati Uniti. Ha scherzato, fatto battute, confessando che per le figlie Malia, 10 anni, e Sasha, di 7 anni, andare sull'Air Force One è «al massimo dell'essere fico».
Ma, tra una risata e l’altra, Obama è anche inciampato in una gaffe quando, scherzando sulle sue scarse qualità di giocatore di bowling, ha detto che sono «da Olimpiadi Speciali o giù di lì».
Frase che poteva suonare offensiva nei confronti degli atleti disabili che partecipano a questo tipo di Giochi.
«Il presidente ha fatto un battuta estemporanea per fare dell'ironia sul suo modo di giocare a bowling ma non voleva assolutamente fare dell'ironia sulle Olimpiadi Speciali» ha immediatamente precisato il vice press secretary della Casa Bianca, Bill Burton. «Il presidente è convinto che le Olimpiadi Speciali siano un programma fantastico - ha poi aggiunton - che da l'opportunità di mettere in luce atleti disabili di tutto il mondo».
Lo stesso presidente si è poi scusato della gaffe, prima ancora che il suo intervento pre registrato andasse in onda, in modo «sentito e sincero», secondo quanto ha raccontato oggi a Good Morning America Tim Shriver, il presidente del comitato statunitense delle Special Olympics. «Mi ha espresso il suo dispiacere e le sue scuse in un modo che mi ha colpito» ha detto il figlio di Eunice Mary Kennedy, la sorella di Jfk che negli anni sessanta creò i Giochi a cui partecipano persone con ritardo mentale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • swiller

    23 Marzo 2009 - 11:11

    è tutta una gaffe secondo me la gente stà puntando un pò troppo su di lui.

    Report

    Rispondi

blog