Cerca

Cortei anti-Putin in 46 città Mosca blindata, arresti à gogo

Oltre 100mila manifestanti contro i brogli nelle elezioni del 4 dicembre. Ma secondo le autorità sono solo 7 mila

Cortei anti-Putin in 46 città Mosca blindata, arresti à gogo

Sarebbero tra i 100 e i 150mila secondo gli organizzatori (7mila secondo le autorità) i manifestanti che si sono raccolti a Mosca per quella che è già stata definita la più grande protesta che si è svolta nella capitale russa da un decennio a questa parte. I partecipanti, sfidando temperature rigide, sono andati a contestare i risultati delle legislative del 4 dicembre: chiedono le dimissioni di Vladimir Putin, nuove elezioni ed il rilascio di oppositori quali l'ex oligarca Mikhail Khodorkovsky. "Oggi è un grande giorno", ha commentato l'oppositore dell'attuale regime ed ex premier Mikhail Kasyanov. "Se oggi ci sono 100 mila persone, domani ce ne saranno un milione".

Arresti - Durante le manifestazioni di protesta decine di persone sono state arrestate in diverse città della Federazione russa. A San Pietroburgo, membri delle unità antisommossa OMON sono intervenuti per disperdere un corteo per la quale non era stata concessa alcuna autorizzazione. Una decina circa di manifestanti è stata arrestata. Sono stati denunciati pestaggi. Secondo l'Interfax, un'altra manifestazione, per la quale era invece stato concesso il permesso si è svolta senza incidenti. Decine di arresti sono stati compiuti a Perm negli Urali e a Khabarovsk.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • AT54IR

    10 Dicembre 2011 - 18:06

    senza alcuna speranza di espulsione. Proviamo a ragionare insieme: credete veramente ad una primavera araba e inverno russo? Vi siete chiesti come mai tutto nel giro di pochi mesi? Io ho dei grandi dubbi, governi caduti in modo repentino e non per via democratica, usando armi e distruzione in nord Africa , spiate ed intercettazioni nel privato in Italia, ora in Russia con ipotetici brogli. Chi c’e’ dietro a tutto questo? Forse l’alta finanza che si impadronisce degli stati, laddove il potere era tenuto dagli stessi personaggi da anni e quindi più facile aizzare la popolazione contro di loro. Quella finanza che gestisce i fondi spazzatura e che si fan la guerra tra di loro e per rimpinguare i loro conti “occupano gli stati”. Altro che primavere! Ricordate il vs amico Bersani quando diceva che l importante era mandare a casa B.e saremmo stati quasi a posto? Che buffone! Sono convinta che anche questo povero buffone è una vittima di quelle forze occulte che manovrano il mondo inter

    Report

    Rispondi

  • blu521

    10 Dicembre 2011 - 17:05

    Il catramato dice:''E' un amico mio'', e guarda che succede. Sono preoccupato da quando ha detto che siamo benestanti.

    Report

    Rispondi

  • bepper

    10 Dicembre 2011 - 17:05

    dopo le primavere arabe, l'inverno russo. Che dopo Mubarak, Gheddafi e Ben Alì, la maledizione di Silvio colpisca anche in Russia?

    Report

    Rispondi

blog