Cerca

Sparita bimba contesa

Mistero sul rapimento

Sparita bimba contesa
L'hanno strappata dalle braccia del suo papà mentre stava tornando a casa da scuola. E da allora di lei non si sono più avute notizie. Elise, tre anni e mezzo, figlia di un francese e di una russa, è stata rapita venerdì scorsi ad Arles, nel sud della Francia; sono stati due uomini e una donna a portarla via, secondo quanto raccontato dal genitore alla polizia, che sta cercando la piccola in tutta Europa. Il padre accusa la madre, di nazionalità russa, di essere la responsabile del sequestro della figlia. La coppia da mesi si contende l’affidamento della piccola in una battaglia giuridica senza uscita fra Parigi e Mosca. Jean-Michel Andre, oceanografo, non ha dubbi: è stata Irina Belenkaya, madre della piccola, l'autrice del rapimento.
La battaglia giudiziaria per l'affidamento della bambina sembra senza uscita: entrambi i genitori hanno ottenuto dai rispettivi Paesi d'origine l’affidamento della figlia: Elise "ha la doppia nazionalità, non esistono accordi giuridici fra Francia e Russia dove è considerata russa", ha spiegato il papà di Elise, che è già detto pronto a partire per la Russia a cercare la figlia, se sarà accertato che si trova a Mosca. Anche se, ha raccontato l'uomo al quotidiano francese Le Figaro, "che in Russia è stato spiccato un mandato di arresto nei suoi confronti.«Ora dovrò andarci con nome e documenti falsi. Certo che torno a Mosca", ha aggiunto: "è mia figlia".
Sballottata fra il padre francese e la madre russa, la bambina era stata in portata in Russia dalla madre nel 2007 dopo la separazione e poi riportata ad Arles (Francia) lo scorso autunno dal padre ad Arles.
Intanto da Parigi e Mosca arrivano informazioni contrastanti: l'agenzia Interfax ha riferito che Elise si trova in Russia, circostanza smentita tanto dalla Itar-Tass, che cita fonti della polizia, tanto dall'ambasciata francese a Mosca: "Siamo in possesso di informazioni secondo cui Elise Andrè Belenkaia - ricercata su scala internazionale dall'Interpol - si trova in territorio russo", ha detto un portavoce della polizia responsabile per il trasporto aereo e marittimo. Poco dopo tuttavia, la stessa polizia - citata da Itar-Tass - ha smentito la notizia. "La polizia non dispone di dati in base ai quali Elise si troverebbe in Russia, dove sarebbe arrivata passando per uno degli aeroporti moscoviti", ha dichiarato un portavoce. E dall'ambasciata di Francia, come riferito dalla France Presse, hanno fatto poi sapere che la piccola Elise "non si trova a priori in Russia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog