Cerca

Spot choc: muore in diretta Contro l'abuso di alcol in auto

Il ministero dell'Interno francese ha diffuso una rèclame d'impatto: gli ultimi istanti di vita di un ragazzo che guidava ubriaco

Spot choc: muore in diretta Contro l'abuso di alcol in auto

Un ragazzo in bilico tra la vita e la morte. Il tentativo disperato di rianimazione da parte dei soccorsi. I colpi del defibrillatore sul cuore. Ogni tentativo è vano: il giovane muore sul ciglio della strada. E' la nuova campagna choc che il Ministero dell'Interno francese ha lanciato prima delle feste natalizie. Immagini più forti di un pugno nello stomaco per colpire nel profondo gli spettatori e disincentivare la guida in stato d'ebrezza.

 


"Electrochoc" -
Lo spot si chiama "Electrochoc" dura poco più di 50 secondi e racconta gli ultimi istanti di vita di un giovane automobilista che dopo una serata passata in allegria, bevendo qualche bicchiere di troppo, si mette in macchina ubriaco ed è vittima di un incidente stradale mortale. Nel video si sente in sottofondo il dialogo tra il ragazzo e un suo amico. Quest'ultimo cerca di convincere il primo a smaltire la sbornia prima di mettersi alla guida: il protagonista non dà peso ai suoi consigli e gli promette una telefonata rassicurante appena arrivato a casa. Ma il ragazzo nel suo appartamento, non tornerà mai più. Morirà poco dopo sul bordo di un marciapiede.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    20 Dicembre 2011 - 14:02

    certi balordi arroganti automuniti sono incorreggibili. Fanno incidenti "impotanti", poi eccoli dopo poco a sfrecciare con le loro dannate armi su ruote, ridendo pure... La soluzione contro certa feccia su 4 ruote non la posso scrivere.

    Report

    Rispondi

blog