Cerca

Chi è l'erede: tra gaffe e potere ritratto del giovane Jong-un

Guiderà la Corea del Nord a 27 anni. Il terzogenito di Kim Jong-il colleziona papere ma ha ottimi rapporti coi militari. Suo zio gli farà da tutore

Chi è l'erede: tra gaffe e potere ritratto del giovane Jong-un

Dal Caro leader al Grande successore. Sarà il 27enne Kim Jong-un a ereditare il potere in Corea del Nord dopo la morte di suo padre, il dittatore comunista Kim Jong-il. Capitano promosso generale a ottobre 2010, nonchè vicepresidente della potentissima Commissione nazionale di Difesa, Kim Jong-un è figlio di Kim e della terza moglie Ko Yong-hui, ballerina professionista nata a Tsuruhashi (la 'Koreatown' di Osaka, in Giappone) e morta nel 2004 per cancro. Vanta studi europei a Berna, in un collegio svizzero internazionale negli anni dell'adolescenza. Parla tedesco, inglese e francese e ha una passione per il basket americano della Nba. Della sua vita privata si sa poco: si sarebbe sposato dal 2010 con "una ragazza bella e con ottimi titoli accademici", impegnata in un dottorato all'Università Kim Il-sung, grazie alla regia di Jang Song-taek, eminenza grigia del regime e zio del rampollo, che avrebbe presentato e raccomandato personalmente la ragazza al nipote. E proprio lo zio sarebbe ora il tutore del nuovo leader, soprattutto per quanto riguarda la gestione dei rapporti con i militari del quarto esercito più grande al mondo. Da oltre un anno, Kim Jong-un ha iniziato ad accompagnare il padre nelle ispezioni a fattorie, impianti produttivi e basi militari. Famosa una foto, diffusa incautamente dall'ufficio della propaganda, mentre guarda l'orizzonte con un cannocchiale al contrario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog