Cerca

Elettrizzata e poi sepolta viva Lei rimerge e lo fa arrestare

Orrore in Gran Bretagna: la stordisce e poi credendola morta la sotterra in un cartone. Alla giuria: "Perché l'ho fatto? Mi annoiava"

Elettrizzata e poi sepolta viva Lei rimerge e lo fa arrestare

Una coppia che sembrava serena, lei di 27 anni e lui di 25, entrambi di origine polacca e con un bimbo di tre anni. Poi il consorte ha deciso di ucciderla. In un modo terribile. La vicenda risale allo scorso maggio, quando Marcin Kasprzak si è scagliato contro Michelina Lewandowska colpendola con un taser, la pistola elettrica. Aiutato da un amico, ha legato la donna, l'ha rinchiusa in uno scatolone di cartone e poi l'ha seppellita in un bosco vicino alla loro casa a Huddersfield, in Gran Bretagna. Ma quando l'ha sepolta, Michelina era ancora viva. Quando aveva agito, l'uomo aveva lasciato il piccolo figlio a sua madre.

"Mi annoiava" - La donna aveva perso conoscenza, per poi  però fingersi morta. Aiutandosi con l'anello di fidanzamento è poi riuscita a liberarsi del nastro che la intrappolava, per poi rompere lo scatolone e riuscire a riemergere dai dieci centimetri di terra che la confinavano sotto terra. Michelina ha poi fermato un'auto e si è fatta riportare a casa. L'uomo è finito a processo, e la corte di Leeds ha riconosciuto Marcin colpevole di tentato omicidio. Lui si è difeso dicendo che non voleva uccidere, ma solo spaventare la compagna. Quindi, sbalordendo la giuria, parlando del movente che lo ha portato a compiere il folle gesto ha spiegato: "Lei mi annoiava". Il Daily Mail, inoltre, ha riportato come su Facebook l'uomo, già 15 giorni prima del tentato omicidio, avesse scritto "single" sullo status del suo profilo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    20 Dicembre 2011 - 03:03

    e chi è, terminator?

    Report

    Rispondi

blog