Cerca

Francia, sì a legge pro-armeni Turchia ritira ambasciatore

Parigi ha deciso; negare il genocidio del 1915 è reato. Ankara protesta, il premier Erdogan: "Da Sarkozy politica xenofoba"

Francia, sì a legge pro-armeni Turchia ritira ambasciatore

Guerra fredda tra Francia e Turchia. Il parlamento di Parigi dice il primo sì alla legge che punisce la negazione del genocidio armeno del 1915 ad opera dei turchi e Ankara reagisce duramente, richiamando in patria il proprio ambasciatore. "Quella francese è una politica fondata sul razzismo, la discriminazione e la xenofobia", ha accusato il premier Erdogan, secondo cui "simili ferite si rimargineranno molto difficilmente".

Schiaffo alla Turchia -  Un anno di carcere e 45mila euro di ammenda a chi negherà in pubblico l'eccidio di centinaia di migliaria di armeni ad opera del governo dei Giovani Turchi, nel 1915. Una legge votata a larga maggioranza (per alzata di mano) dal Congresso francese, con centrodestra, nuovo centro, socialisti e comunisti tutti d'accordo. Solo il centrista François Bayrou è uscito dal coro, parlando di un testo "irragionevole e pericoloso". Ma il segnale lanciato dal presidente Nicolas Sarkozy il 7 ottobre scorso a Erevan, capitale dell'Armenia, era chiaro: la Francia avrebbe combattuto la battaglia ideologica fino alla fine, anche in omaggio a un gigante della cultura francese del 900, il cantante franco-armeno Charles Aznavour. Non solo "memoria", comunque. La legge anti-genocidio si lega anche a posizioni politiche che in chiave europea sono decisamente anti-turche. Sarkozy, infatti, si è sempre detto fermamente contrario all'ingresso di Ankara e della Turchia musulmana nell'Unione europea.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raucher

    23 Dicembre 2011 - 17:05

    Non avete mai letto quante multe salatissime ha dovuto sborsare la Bardot perchè criticava l'eccidio di agnelli fatto in Francia dagli arabi in occasione di non so quale loro festività? Tra l'altro aveva ragione per quanto riguarda l'igiene, agnelli sgozzati in casa o nel garage, carcasse puzzolenti buttate nel pattume, una vera schifezza. Eppure è stata condannata per aver osato parlare. Basterebbe che gli arabi acquistassero la carne di agnello come tutti al supermercato, senza fare tante scene e lo schifo sarebbe evitato.

    Report

    Rispondi

  • spartacus63

    23 Dicembre 2011 - 15:03

    sarkosy,sei una merdaccia,speriamo che qualche turco ti rompa il culo.

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    23 Dicembre 2011 - 13:01

    non so nulla di questi armeni. Magari hanno ragione (gli armeni o comunque si chiamano) ma che c'entrano i francesi? mi sembra una vendettina privata per via di un cantante? che era un amico della carla'? Ad ogni modo concordo che la turchia non c'entra niente con l'Europa. Che vadano con la lega araba o un'altra cosa simile, no?

    Report

    Rispondi

  • Satanasso

    23 Dicembre 2011 - 09:09

    I turchi sono bestie assassine...Oltre agli armeni hanno invaso l'isola di Cipro nel 1973 e ha inviato milioni di turchi per colonizzarla ! E questi hanno anche la faccia di c...o di pretendere di entrare in Europa,anche se non sono asiatici !

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog