Cerca

Basta code in aeroporto L'imbarco si fa con una card

La rivoluzione arriva dall'Australia: qui per evitare i ritardi dei voli i viaggiatori usano una tessera che funziona come il Telepass

Basta code in aeroporto L'imbarco si fa con una card

La rivoluzione parte da Sydney ma presto potrebbe arrivare in tutto il mondo. Basta code in aeroporto. I varchi si possono attraversare grazie a una carta. Un po' come accade in autostrada con il Telepass. Negli aeroporti australiani i viaggiatori possono usare una carta che utilizza lo stesso sistema di riconoscimento: la radiofrequenza e, come scrive il quotidiano La Repubblica, il viaggiatore non fa più la fila. La rivoluzione nasce, come spesso accade, da una necessità: evitare il sovraffollamento in aeroporto. Troppe code voleva dire lunghe attese per i viaggiatori e ritardi per gli aerei. Da qui l'idea della carta che funziona esattamente come una carta magnetica: basta strisciarla e voilà, sei pronto all'imbarco. Per quanto riguarda la valigia, basta metterla sul nastro, mostrare nuovamente la carta. il sistema controlla il peso del bagaglio e il contenuto e dà l'ok. Una volta arrivati all'imbarco e un altro lettore leggerà la carta (che monitora gli spostamenti del bagaglio segnalando evenutali errori di destinazione) a questo punto si appaleserà un addetto che consegnerà al viaggiatore un biglietto con il numero di posto. Una vera rivoluzione. Chissà quanto dovremo aspettare perché dall'Australia arrivi anche in Italia.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • guido61

    03 Gennaio 2012 - 11:11

    Mi pare una grande bufala. In aeroporto si perde tempo per fare il security check non certo per avere la carta di imbarco o depositare il bagaglio da stiva. Il check in oggi si fa anche dal cellulare e te ne vai dritto dritto al security check, dove ti fanno perdere un sacco di tempo per togliere il laptop dalla borsa, mettere le bottgliette nel sacchetto di plastica via la cintia dai pantaloni, portafoglio, monetine, cellulare, fuori dalle tasche e negli USA ti devi pure levare le scarpe. Bastano un paio di passeggeri ignari di questa procedura che la fila si blocca.

    Report

    Rispondi

blog