Cerca

Twitter ammazza anche Fidel Poi la smentita: una bufala

Notizia è stata ripresa da migliaia di utenti ed è balzata in cima alla classifica dei trend. Tra gli 'uccisi' anche Beckham e Lady Gaga

Twitter ammazza anche Fidel  Poi la smentita: una bufala

L'ultima vittima di Twitter è stata niente meno che Fidel Castro. La notizia della sua scomparsa, poi smentita, è apparsa sul social network nella notte di lunedì con un messaggio inequivocabile: “Attenzione, Cuba Press ha verificato la morte di Fidel Castro. Stasera la comunicazione ufficiale dal governo del paese”. Da lì il cinguettio si è sparso a macchia d'olio raggiungendo in pochi istanti la testa della classifica dei trend, le parole più ricercate. Ai commenti degli utenti, alcuni dei quali hanno postato immagini false del corpo del Lider Maximo, si sono aggiunti quelli dei giornalisti. Joaquin López-Dóriga, reporter spagnolo che lavora in Messico, ha espresso la sua perplessità sulla notizia visto che non era stata confermata da nessun media serio. Di diverso tono il commento di Yoani Sanchez, la nota blogger cubana che si batte contro il regime, che ha dichiaramento ironicamente: “Non ci sono conferme, ma anche se la notizia fosse vera, i cubani sarebbero gli ultimi a saperlo.”

Morti Virtuali - Fidel Castro si aggiunge alla lunga lista di personaggi famosi che sono stati dichiarati morti sul web. Soltanto nel 2011 sarebbero scomparsi l’attore Owen Wilson, il calciatore inglese David Beckham, la cantante Lady Gaga, mentre Britney Spears e l’ex Justin Timberlake si sarebbero schiantati in macchina in un incidente. E ancora: Eddie Murphy e Will Smith sarebbero caduti facendo snowboard, mentre Justin Bieber sarebbe già alla sua quarta morte mediatica. Un record.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    05 Gennaio 2012 - 06:06

    Quando il Komunismo ha bisogno di co****ni per sopravvivere ed i co***ni hanno bisogno del Komunismo per riconoscersi come tali.... Carissimi Compagni Comunisti della Korea del Nord, ho appreso con dolore la tragica notizia della scomparsa del Vostro Grande Timoniere Presidente Kim Jong-il, per tutto il Vostro Popolo si tratta di una grande perdita. Sotto la Sua guida, fedele alla dottrina Comunista Marxista-Lenista, il Popolo Koreano è progredito e libero, nonostante le criminali provocazioni degli imperialisti-capitalisti Yankee e dei loro servi schiavi della cosidetta korea del sud! Nonostante la propaganda fascista dei mass media italiani, in mano alla corrotta borghesia che affama il Popolo, che falsificano la verità sulla democrazia nella Korea del Nord, le masse Italiane ammirano il Vostro paese, come Cuba e il Venezuela. Vi rinnovo le mie condoglianze e vi invio i più fraterni saluti Comunisti! Cosa mi tocca leggere nel 2012!!Chissà se si è disperato anche lui...Mah...

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    05 Gennaio 2012 - 01:01

    Ma questo non crepa mai? Non lo vuole neanche il diavolo?

    Report

    Rispondi

blog