Cerca

Merkel Ricetta della cancelliera: "Altri sacrifici. La zona euro deve ancora lottare". Sì, con lei

Angela intervistata dalla radio pubblica tedesca invoca rigore, glissa sulla crescita e non concede nulla sulla Bce

Merkel Ricetta della cancelliera: "Altri sacrifici. La zona euro deve ancora lottare". Sì, con lei

Di riflesso, dopo il declassamento-monstre deciso da Standard & Poor's ai danni di mezza Europa, il bersaglio delle polemiche è Angela Merkel, la cancelliera della Germania che si è salvata dal downgrade. L'accusa è nota: non vuole mollare su nulla - tra patto fiscale ed eurobond - minando le possibilità di salvarsi del Vecchio Continente. E intervistata dalla radio pubblica tedesca, la Merkel è tornata a chiedere nuovi sacrifici: "Non possiamo dire 'adesso smettiamola, abbiamo sopportato abbastanza sforzi'. Occorre convincere gli operatori disposti a investire denaro in Europa - spiega Angela -. I cosiddetti mercati sono fatti da investitori, che amministrano anche polizze-vita di cittadini normali, e si chiedono se il loro denaro è investito bene o no in Europa. E se l'Europa non esce fuori dalla sua crisi del debito sovrano, la risposta a questa domanda non sarà positiva. Dobbiamo riconquistare questi investitori con politiche credibili", chiosa la cancelliera che torna così a invocare nuovi sacrifici. Angela chiede solidità, affidabilità e rigore, ma glissa sulle misure per la crescita. Difficile credere che la 'ricetta' della Merkel possa bastare a convincere i mercati. La cancelliera loda poi le manovre di Italia e Spagna, ma sul ruolo della Bce non concede nulla: ancora una volta si registra il parere contrario della Merkel a un potenziamento del ruolo dell'istituto di Francoforte. "La zona euro avrà da lottare ancora un po'...", aggiunge. La zona euro avrà da lottare ancora a lungo: con lei.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dbell56

    17 Gennaio 2012 - 12:12

    X GMTubini. Tu sei la prima defezione italica. E' proprio vero siamo un popolo ingovernabile. A proposito, mi scuso con Eurospin che ho definito tedesca. Quando si fa un'azione forte, comunque la si fa e basta. Anche se occorre lasciare qualche strale scomodo. Se così la pensi allora ti dico che alla VW lavorano una marea di italiani! Che fa allora, continuiamo dunque a comprare tedesco perchè alla BMW la maggior parte dell'indotto relativo alla componentistica è italiano? E' proprio vero che i tedeschi hanno già vinto e che noi faremo una fine poco onorevole.

    Report

    Rispondi

  • GMTubini

    16 Gennaio 2012 - 19:07

    Eurospin è italiana, e comunque anche alla Lidl lavorano tanti giovani italiani. Li mandiamo a spasso? Non facciamo discorsi a nafta.

    Report

    Rispondi

  • arch

    16 Gennaio 2012 - 16:04

    Spero proprio che il popolo tedesco sia più furbo del loro cancelliere,tutto culo e niente cervello.

    Report

    Rispondi

  • dbell56

    16 Gennaio 2012 - 15:03

    gado53, sono d'accordo con te! Iniziamo a non andare più a fare spese da LIDL ed Eurospin. Oltre alle auto e moto (Mercedes, BMW, gruppo VW-Audi, Opel, Ford). Poi non acquistiamo più elettrodomestici tedeschi e prodotti elettronici tedeschi Bosch. Sono, ripeto, d'accordo. Sarebbe bellissimo che una volta noi italiani si fosse molto solidalii. Bellissimo!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog